Olimpiadi invernali 2022: l’hockey femminile statunitense regola il ghiaccio il primo giorno

anno 2022 Olimpiadi invernali In pieno svolgimento dopo la prima ondata di eventi medaglia di sabato.

La cerimonia di apertura è iniziata venerdì dallo stadio nazionale di Pechino, seguita da una straordinaria esibizione del Team USA il Day 0.

Sei medaglie sono state scelte nella prima giornata ufficiale di sabato, con il primo oro andato alla pattinatrice artistica norvegese Therese Gohoge, che ha vinto la gara di pattinaggio di 15 chilometri.

La Norvegia ha vinto due medaglie d’oro quel giorno, il che non sorprende, essendo il paese con più presenze nella storia dei Giochi invernali. Anche Slovenia, Italia, Canada e il Comitato Olimpico Russo hanno portato a casa due medaglie, mentre il paese ospitante la Cina ha vinto il suo primo oro ai Giochi.

Finora gli Stati Uniti sono stati esclusi, ma ci sono stati alcuni sviluppi che potrebbero portare a un mucchio di attrezzature su tutta la linea, non ultimo un altro spettacolo dominante della squadra di hockey femminile degli Stati Uniti, che ha sconfitto il Comitato Olimpico Russo 5-0.

Ecco alcuni dei momenti più importanti e dei momenti salienti della prima giornata:

Team USA, hockey femminile

Gli Stati Uniti hanno aperto i Giochi invernali facendo arrabbiare la Finlandia, 5-2, al Day 0, ma i difensori della medaglia d’oro olimpici hanno subito un colpo quando l’attaccante e co-capitano Brianna Decker ha subito un grave infortunio alla gamba pochi istanti dopo l’inizio della partita.

La sconfitta non ha rallentato gli americani contro la Repubblica di Cina, che si sono assicurati una vittoria per 5-0 in una partita controversa sabato mattina (ora orientale). Cinque diversi giocatori americani hanno segnato, quando Savannah Harmon ha rotto il ghiaccio a metà del primo periodo di una splendida ciotola senza fronzoli di Hilary Knight.

Con Decker fuori, altri giocatori si sono fatti avanti, poiché Grace Zumwinkel e Jesse Comfer hanno segnato i loro primi gol olimpici.

È stata una prestazione davvero dominante, con gli Stati Uniti che hanno sovraperformato i russi 62-12. Se non fosse stato per gli sforzi del portiere della ROC Maria Sorokina, il risultato avrebbe potuto essere sbilanciato.

READ  L'ungherese Szilagyi nel mondo dei sogni dopo aver fatto la storia della scherma olimpica

Jimmy Anderson, pattinaggio artistico

Anderson è probabilmente lo snowboarder di maggior successo al mondo di sempre, poiché il 31enne californiano è sette volte medaglia d’oro agli X Games e due volte campione olimpico in carica in stile downhill. Ha vinto il debutto dell’atleta ai Giochi di Sochi 2014 e lo ha seguito con una medaglia d’oro a Pyeongchang nel 2018.

Sabato si è qualificata per il pittoresco Genting Snow Park a Zhangjiakou e alla fine si è qualificata come 5a su 12 finaliste. Si contenderanno l’oro domenica alle 9:30 ora di Pechino (20:30 ET di sabato sera).

Questo è il range di qualificazione per Anderson.

Therese Juhaug, sci di fondo

Lo snowboard è un evento di sci di fondo che combina tecniche di sci classico e freestyle. Dopo una partenza in gruppo, i pattinatori hanno gareggiato nella prima metà della gara utilizzando la tecnica classica, quindi hanno spostato gli sci alla gara utilizzando la tecnica del nuoto libero fino al traguardo. Le donne hanno corso due gambe dritte per 7,5 chilometri.

Johaug ha combattuto contro venti e temperature gelide per vincere lo skate lontano dall’inseguire un gruppo di quattro. La russa Natalia Nebrieva, l’attuale leader della Coppa del Mondo, si è ritirata dal gruppo nell’ultima salita per vincere la medaglia d’argento. L’Austria ha seguito Teresa Stadlaubert, che ha vinto la medaglia di bronzo.

Squadra USA, curling

Dopo aver dato il via al torneo olimpico di curling di doppio misto 1-2, gli Stati Uniti hanno vinto la tanto necessaria vittoria sulla Svezia per 8-7 venerdì portando il loro record a 2-2. La parte del torneo del Tour è continuata sabato quando gli Stati Uniti sono tornati sul ghiaccio.

La coppia americana Vicki Bersinger e Chris Blais ha avuto una giornata altalenante, battendo la Cina prima 7-6, prima di cadere in Canada 7-2. Questo li porta 3-3 al primo turno e quinto assoluto nelle ultime tre partite contro Repubblica Ceca, Svizzera e Gran Bretagna.

READ  A Christmas Tale: The Third Life of Alex Zanardi

Team China, pattinaggio di velocità su pista corta

Il paese ospitante, la Cina, ha vinto la sua prima medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino ed è emerso vittorioso nella staffetta a squadre miste nel pattinaggio di velocità su pista corta, il debutto olimpico dell’evento. Wu Dajing ha battuto l’italiano Pietro Siegel di 016 secondi – o mezza lama da skate – conquistando l’oro sabato sera. L’Ungheria ha preso il bronzo.

Gli Stati Uniti sembravano passare alla finale dopo essere arrivati ​​secondi in semifinale. Tuttavia, è stato punito dopo una lunga revisione per aver commesso fallo su uno skater. La Cina, terza, è invece passata alla finale e ha approfittato dell’occasione.

Walter e la Torre, Imperatori

Walter Walber di Svezia ha rovesciato il presunto re Mughal per prendere la medaglia d’oro negli imperatori di pattinaggio libero maschile.

Lo svedese sembrava quasi scioccato quando il suo punteggio di 83,23 è apparso sul tabellone davanti al campione olimpico canadese Michael Kingsbury. Wahlberg ha guadagnato punti per la sua velocità sullo stile di pattinaggio tecnico e fluido di Kingsbury, che ha concluso con l’argento.

La vittoria a sorpresa di Wallberg ha fermato il dominio dei Monarchi maschili sul Team Canada, che aveva vinto l’evento negli ultimi tre Giochi invernali. È stata la prima vittoria importante del 21enne.

Il diciannovenne americano Nick Page, che ha gareggiato alla sua prima Olimpiade, è arrivato quinto in questa impressionante gara.

Erin Scotten, pattinaggio di velocità

Il primo evento di pattinaggio di velocità alle Olimpiadi invernali sono stati i 3.000 metri femminili ed è stato dominato dalla pattinatrice artistica olandese Irene Schuten, che ha battuto il record olimpico di 20 anni. Pattinando nelle ultime 10 coppie, Scott si è trasformato in un infuocato round finale segnando un tempo vincente di 3 minuti e 56,93 secondi.

READ  Ramos è stato esortato a mettere in scena uno spettacolo, il "Paris Saint-Germain goal" di Pogba, ed esplorare Sumari e Aarons, più recentemente Grealish.

Ciò ha infranto il precedente punteggio olimpico di 3:57.70, stabilito dalla tedesca Claudia Bechstein ai Giochi di Salt Lake City del 2002. L’italiana Francesca Lollobrigida ha mantenuto l’argento con un tempo di 3:58.06. Il bronzo è andato alla canadese Isabelle Weidmann, con il tempo di 3:58.64 secondi.

L’americana Mia Kielburg, 32enne originaria della Florida che ha vinto l’evento negli Stati Uniti Trials, si è classificata al 19° posto.

Ursa Bogataj, salto con gli sci

La slovena Ursa Bogatag ha vinto l’oro olimpico nel salto normale in discesa libera femminile, tagliando 100 metri (328 piedi) con 121 punti nell’ultimo salto.

La tedesca Katharina Althaus ha vinto l’argento alla seconda Olimpiade consecutiva e la slovena Nika Kriznar di Bogataj ha preso il bronzo. La giapponese Sarah Takanashi è entrata come una delle candidate ma è arrivata quarta. Questa era la terza volta che le donne saltavano per l’oro alle Olimpiadi invernali. L’americana Anna Hoffman non si è qualificata per la finale.

Squadra Norvegia, Biathlon

Il primo evento di biathlon alle Olimpiadi invernali è iniziato con una staffetta mista di 4 x 6 chilometri ed è solo uno dei nove eventi di biathlon misto inclusi nei Giochi. La Norvegia ha vinto la medaglia d’oro battendo la Francia e la squadra russa nel primo evento di biathlon alle Olimpiadi di Pechino.

La staffetta mista statunitense composta da Susan Dunkley, Claire Egan, Sean Doherty e Paul Schumer è arrivata settima. Gli Stati Uniti non hanno mai vinto una medaglia nel biathlon, sport che unisce lo sci di fondo al tiro con l’arco. È l’unico sport olimpico invernale a cui è vietato partecipare agli americani.


Ottieni di più dalle Olimpiadi invernali Segui i tuoi preferiti per informazioni su giochi, notizie e altro.



Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x