Olimpiadi: la Germania abbandona la Gran Bretagna per vincere la competizione a squadre femminile, notizie sportive e top stories

IZO (Reuters) – La Germania ha detronizzato le donne britanniche come regine della squadra di atletica post-olimpica in modo drammatico con un’enfatica vittoria nella finale di martedì (3 agosto) stabilendo un altro record mondiale.

Il quartetto tedesco Franziska Prause, Lisa Brenauer, Lisa Klein e Mick Krueger ha quasi raggiunto gli inglesi nella finale di 4 km al velodromo di Izu, finendo in 4 minuti 04.242 secondi.

La Gran Bretagna aveva vinto i due precedenti ori nella disciplina introdotta nel programma di atletica femminile a Pechino nel 2008.

Un glorioso pomeriggio di emozioni ha visto la Gran Bretagna, guidata dalla quattro volte campionessa olimpica Laura Kenny, reclamare il record mondiale che la Germania aveva snobbato nelle qualifiche di lunedì.

Ma la Germania ha battuto di nuovo il record del mondo poco dopo e poi è avanzata più velocemente in finale.

“Stavamo andando davvero bene insieme”, ha detto Klein ai giornalisti.

“Tutto è identico e tutti hanno avuto una buona tattica. Tutti hanno fatto un lavoro perfetto in modo da poterlo portare fino alla fine”.

“Siamo così contenti di avercela fatta con le nostre vite”, ha aggiunto Brenor, che ha affermato che cambiare strategia durante un recente ritiro è stata la chiave per la loro velocità.

“La Germania ha sorpreso tutti”, ha affermato Kenny, che potrebbe ancora aggiungere altro spazio d’oro a Madison e Aluminium.

Gli Stati Uniti, medaglia d’argento nelle precedenti due Olimpiadi, hanno conquistato il bronzo.

Anche la Gran Bretagna non è riuscita a mantenere il titolo a squadre maschile martedì, poiché l’Olanda ha vinto la medaglia d’oro, battendo i tre volte campioni con una prestazione dominante in finale.

READ  3-5-2 confermato, c'è Verdi con Belotti

Il trio olandese Roy van den Berg, Harry Lafrisen e Jeffrey Hoagland ha aumentato la propria potenza negli ultimi due giri per ottenere un tempo record olimpico di 41,369 secondi, tre secondi davanti alla Gran Bretagna.

Jason Kenny, l’unico pilota britannico rimasto dopo le sue ultime tre vittorie olimpiche, ha avuto molto lavoro da fare nell’ultimo giro e ha dovuto prendere l’argento insieme ai compagni di squadra Ryan Owens e Jack Carlin.

Kenny ha portato a casa un’ottava medaglia diventando l’atleta più decorato della Gran Bretagna.

Ha legato con il collega ciclista Bradley Wiggins, ma ha più medaglie d’oro (sei) a suo nome rispetto al suo ex compagno di squadra.

La squadra francese ha sconfitto Florian Gringbo, Sebastien Figger e Ryan Hilal dell’Australia conquistando il secondo bronzo olimpico consecutivo nella disciplina.

La miseria della Gran Bretagna è ulteriormente peggiorata quando il loro regno come maestri nell’inseguimento a squadre maschile è terminato quando i campioni del mondo della Danimarca li hanno schiacciati in un caldo torrido al velodromo di Izu.

Con il tre volte medaglia d’oro Ed Clancy che si è ritirato la mattina della gara, la Gran Bretagna era sempre contro di essa e non era una partita per i danesi.

Ma il caldo si è concluso in modo caotico, poiché il capitano della Danimarca Fredrik Madsen è stato in grado di raggiungere il sostituto di Clancy, Charlie Tanfield, che era caduto in vantaggio.

Se una squadra viene catturata, normalmente finirà la gara, ma Madsen urta incredibilmente la parte posteriore di Tanfield con entrambi i piloti che si schiantano a terra e c’è stata confusione su cosa significasse in termini di regole.

READ  L'Inter Alessandro Bastoni partirà con l'Italia nelle qualificazioni ai Mondiali contro la Bulgaria, secondo la radio italiana

Il risultato è stato finalmente confermato dall’Unione Ciclistica Internazionale, l’Unione Ciclistica Internazionale, con i danesi che passano alla medaglia d’oro contro l’Italia in programma mercoledì.

Tuttavia, non c’è stata confusione per l’Italia che ha battuto il record mondiale per la Danimarca in un caldo scintillante contro la Nuova Zelanda, che è stata anche al di sotto del livello stabilito dai danesi nel 2020.

Il tempo di vittoria dell’Italia sui 4 km è stato di 3:42.307 con la Nuova Zelanda parzialmente dietro in 3:42.397.

La Gran Bretagna ha vinto le ultime tre medaglie d’oro olimpiche nell’inseguimento a squadre.

L’incidente non è stato l’unico complotto in quanto il direttore delle prestazioni britannico Stephen Park ha dichiarato di essersi lamentato con gli organizzatori della gara dell’UCI per un nastro che i corridori danesi indossavano sulle gambe nelle qualifiche di lunedì.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x