Perché sono indagati i trasferimenti di Juventus, Fabio Paratici e 62 dalla Lega – Atletica

La scorsa settimana la Procura di Torino ha emesso un ordine di perquisizione su edifici della Juventus nell’ambito di un’indagine dal titolo Prisma.

Gli agenti della Guardia di Finanza – le forze di polizia preposte all’indagine sulle finanze italiane – sono stati autorizzati a visitare i campi di allenamento del club di Continassa e Vinovo, nonché gli uffici di Torino e Milano.

Il presidente Andrea Agnelli, il vicepresidente Pavel Nedved e il direttore finanziario Stefano Cerrato sono stati indagati per difetto di contabilità, falsa rendicontazione societaria e fatturazione per operazioni inesistenti, così come altri tre dirigenti che da allora hanno lasciato il club – tra cui un ex dirigente Amministratore delegato Il calciatore Fabio Paratici, approdato in estate al Tottenham Hotspur come general manager del calcio.

Questa notizia arriva un mese dopo La Repubblica menzionato Che Kovesuk, l’organismo di vigilanza del calcio italiano, ha presentato una relazione a Giuseppe Schein, il procuratore generale responsabile del comitato disciplinare della FIGC, evidenziando 62 trasferimenti degli ultimi due anni. Chen è stato invitato a dare un’occhiata più da vicino all’attività ea considerare se le commissioni di transazione fossero esagerate.

La Juventus non era l’unico club Caratteristica nel menu. 13 mosse del Parma hanno attirato l’attenzione di Kovesuk, così come l’acquisizione da parte del Napoli dell’attaccante del Lille Victor Osimhen nell’estate del 2020 per 71,25 milioni di euro, un record per il club.

Quattro giocatori del Napoli sono passati dall’altra parte per raggiungere il club francese con un affare da 20,1 milioni di euro.

READ  Il titolo di "Gran Premio Made in Italy ed Emilia-Romagna" scelto per gli appassionati di F1 di Imola

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x