Più vaccinazioni, fare i conti con ‘errori storici’ tra le priorità per il 2022: Trudeau

Il primo ministro Justin Trudeau ha affermato venerdì che affrontare gli “errori storici” del Canada, oltre a potenziare gli sforzi di vaccinazione, rimangono due delle principali priorità del paese dal 2021 al 2022.

Nella sua dichiarazione di fine anno, Trudeau ha affermato che i canadesi dovranno continuare a lavorare insieme per porre fine alla pandemia.

“So che l’enorme forza, determinazione e compassione che abbiamo visto nelle nostre comunità nell’ultimo anno continueranno a ispirarci e guidarci nel nuovo anno”, ha affermato.

Il paese ha anche affrontato il suo passato dopo che tombe e luoghi di sepoltura non identificati sono stati trovati vicino a ex scuole residenziali.

“Si sono riaperte ferite profonde”

A maggio, è stato annunciato che il radar che penetra nel terreno in un ex sito scolastico a Tk’emlups te Secwepemc Nation a Kamloops, nella Columbia Britannica, aveva scoperto quelli che si ritiene siano i resti di 215 bambini. La stessa tecnologia è stata utilizzata in altre parti del paese per trovare tombe senza nome.

“Quest’anno è stato particolarmente difficile per le popolazioni indigene del Canada: profonde ferite si sono riaperte mentre ci confrontavamo con la dura realtà del nostro passato e la sua continua tragica eredità”, ha affermato. “Dobbiamo continuare a dire queste verità, sostenere un processo di guarigione che porti alla riconciliazione e lavorare insieme per eliminare le sofferenze che soffrono molte popolazioni indigene”.

Ha detto che i canadesi hanno anche affrontato gli effetti del cambiamento climatico, con ondate di calore, incendi e inondazioni storiche che distruggono comunità e autostrade.

Una donna e dei bambini bloccati dall’innalzamento delle acque a causa di un’inondazione vengono salvati da un volontario che gestisce una barca ad Abbotsford, nella Columbia Britannica, il 16 novembre. (Daryl Dick/The Canadian Press)

La Columbia Britannica ha spesso sopportato il peso del clima quest’anno, inclusa un’ondata di caldo che ha ucciso quasi 600 persone nel territorio a giugno. Un incendio boschivo ha distrutto gran parte del villaggio di Lytton e le inondazioni di novembre hanno costretto migliaia di persone a fuggire dalle loro case nella parte meridionale della contea.

“Sulla base delle dure lezioni degli ultimi due anni, porremo fine alla lotta contro questa pandemia e ricostruiremo un Canada più forte, più giusto e più equo”, ha affermato Trudeau.

READ  Donald Trump torna sotto i riflettori con il suo discorso al CPAC

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x