Politico: Macron dà gli ultimi ritocchi a un accordo sulla sicurezza durante la sua visita in Ucraina

Politico: Macron dà gli ultimi ritocchi a un accordo sulla sicurezza durante la sua visita in Ucraina

Parigi – Il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato martedì che intende firmare un accordo bilaterale sulla sicurezza con Kiev durante una visita in Ucraina il mese prossimo.

Macron ha affermato che la Francia “continuerà ad aiutare l’Ucraina a mantenere la prima linea e a proteggere i suoi cieli” e che i due paesi stanno “finalizzando un accordo”. Intervenendo in una conferenza stampa a Parigi, Macron ha anche annunciato la consegna di 40 missili Scalp a lungo raggio e “diverse centinaia” di bombe all’Ucraina nelle prossime settimane.

La Francia lavora da diversi mesi per raggiungere un accordo volto a sostenere la difesa e le risorse finanziarie dell'Ucraina a lungo termine. La dichiarazione di Macron arriva sulla scia della visita del primo ministro britannico Rishi Sunak a Kiev la scorsa settimana, durante la quale ha firmato un accordo bilaterale sulla sicurezza e ha promesso 3 miliardi di euro in aiuti militari all’Ucraina nei prossimi due anni.

I partner europei sono sotto pressione affinché aumentino il loro sostegno militare all’Ucraina mentre la Russia continua i suoi attacchi aerei e gli aiuti statunitensi sembrano essere ad un punto morto al Congresso.

All’inizio di questo mese, il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha lanciato un appello insolitamente duro agli altri paesi dell’UE affinché fornissero più armi all’Ucraina. Ha aggiunto che le spedizioni di armi previste finora sono state “molto limitate”, nonostante l'impegno di Berlino di raddoppiare gli aiuti militari a Kiev. 8 miliardi di euro quest’anno.

Secondo il Kiel Institute che Ha parlato di aiuti militari all'Ucraina Nella sfera pubblica, lo scorso anno la Germania è stata il secondo donatore più grande dopo gli Stati Uniti, con 17,1 miliardi di euro, seguita dal Regno Unito con 6,6 miliardi di euro, quindi dai paesi nordici e dell’Europa orientale. In confronto, la Francia ha contribuito solo con 0,54 miliardi di euro, l’Italia con 0,69 miliardi di euro e la Spagna con 0,34 miliardi di euro.

Macron ha anche affermato che la Francia e l’Europa dovranno prendere “nuove decisioni nelle prossime settimane e nei prossimi mesi”, probabilmente riferendosi ai colloqui a Bruxelles per risolvere la controversia su un pacchetto di aiuti da 50 miliardi di euro per l’Ucraina.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x