Porre fine alle sanzioni economiche su Afghanistan e Cina al vertice del G-20

Foto d’archivio dell’Anatolia

Ankara La Cina ha chiesto la fine delle sanzioni economiche sull’Afghanistan dopo che i talebani ne hanno preso il controllo.

Bisogna fermare le sanzioni economiche. “Tutti i tipi di sanzioni o restrizioni unilaterali imposte all’Afghanistan dovrebbero essere revocate”, ha affermato il ministro degli Esteri cinese Wang Yi durante una riunione del G20 ospitata dall’Italia mercoledì.

Una dichiarazione del ministero degli Esteri cinese ha affermato che le riserve valutarie dell’Afghanistan sono “patrimoni nazionali e dovrebbero essere possedute e utilizzate dal popolo, piuttosto che utilizzate come merce di scambio per esercitare pressioni politiche sull’Afghanistan”.

Wang ha affermato che la Cina chiede ai membri del G20 di “prendere attivamente misure pratiche per aiutare l’Afghanistan ad alleviare le attuali pressioni sulla liquidità”.

“Le istituzioni finanziarie internazionali dovrebbero anche fornire sostegno finanziario per la riduzione della povertà, lo sviluppo sostenibile, i mezzi di sussistenza e i progetti infrastrutturali in Afghanistan”, ha aggiunto.

Dopo che i talebani hanno ripreso il controllo dell’Afghanistan il 15 agosto, gli Stati Uniti hanno congelato 7 miliardi di dollari di riserve estere per l’Afghanistan detenute a New York.

Inoltre, la Banca Mondiale, il Fondo Monetario Internazionale e l’Unione Europea hanno sospeso il finanziamento dei progetti in Afghanistan.

“Speriamo che i paesi responsabili dell’attuale situazione in Afghanistan pensino seriamente al loro ruolo precedente, adottino misure rapide e concrete per alleviare le difficoltà che devono affrontare il popolo afghano e adempiano veramente alle loro dovute responsabilità”, ha detto il ministro degli Esteri cinese al G20 riunione. Discussione online sulla situazione umanitaria in Afghanistan.

Wang ha chiesto di affrontare i “sintomi e le cause profonde” della questione dei rifugiati.

READ  Un analogico che combatte speculatori e robot con uno sforzo maggiore rispetto alla PS5

Gli Stati Uniti ei paesi della NATO devono assumersi la responsabilità primaria di risolvere la questione dei rifugiati e dei migranti afgani. La ricostruzione economica dell’Afghanistan è la soluzione fondamentale al problema dei rifugiati e dei migranti.

Le forze straniere si ritirarono completamente dall’Afghanistan, ponendo fine a una guerra di 20 anni.

Il paese dipendeva principalmente da aiuti esteri di circa 8,5 miliardi di dollari USA all’anno, che rappresentano quasi la metà del prodotto interno lordo del paese. (Anatolia)

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x