Putin manifesta in privato il suo interesse per un cessate il fuoco in Ucraina

Putin manifesta in privato il suo interesse per un cessate il fuoco in Ucraina

Lui gioca

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato in privato di essere disponibile a un cessate il fuoco in Ucraina Lo ha riferito il New York Times sabato, nonostante avesse dichiarato pubblicamente che non si sarebbe tirato indietro di fronte al conflitto in corso dall’inizio dello scorso anno.

Secondo le Nazioni Unite, dall’inizio della guerra sono stati uccisi più di 10.000 civili e più di 18.500 sono rimasti feriti. Nazioni UniteOltre a decine di migliaia di soldati.

Il Times ha riferito, citando due ex alti funzionari russi vicini al Cremlino e altri funzionari americani e internazionali, che Putin ha indicato, almeno da settembre, di essere disponibile a fermare i combattimenti lungo le attuali linee di confine.

Questo è ben lontano dal chiaro obiettivo di Putin di aggirare l’Ucraina. La Russia ha invaso la vicina Ucraina il 24 febbraio 2022 e ha rapidamente preso il controllo di ampie aree del paese. Ma le forze ucraine hanno risposto con forza e hanno costretto con successo la Russia a ritirarsi dalle regioni settentrionali. Dall’ottobre 2022 le linee di battaglia sono cambiate È rimasto sostanzialmente invariatoCon la Russia che controlla parti delle regioni meridionali e orientali dell’Ucraina.

Putin ha anche inviato “sensori” per un cessate il fuoco lo scorso autunno, secondo il Times, ed ha espresso soddisfazione per il territorio che avevano conquistato. Ma le fonti citate dal Times avvertono anche che potrebbe trattarsi di un tentativo di “ingannare” o che Putin potrebbe cambiare idea se le sue forze riprendessero slancio. Inoltre, non è chiaro se il presidente ucraino Volodymyr Zelensky accetterà l’accordo, poiché la Russia controlla ancora parti del paese.

READ  Gli albergatori locali stanno approfittando della domanda di viaggi repressa

All’inizio del 2023 l’esercito russo era esausto, con i soldati professionisti sostituiti da coscritti e prigionieri che non resistevano bene alle forze ucraine. Solo una piccola parte dei russi sostiene lo sforzo bellico e Putin ha dovuto affrontare un imbarazzante ammutinamento da parte del leader mercenario Yevgeny Prigozhin.

Tuttavia, l’Ucraina non è stata in grado di riconquistare i territori perduti. Affronta un sostegno esitante in Occidente e compete per l’attenzione internazionale nella guerra a Gaza.

Zelenskyj ha esercitato pressioni sui leader statunitensi affinché finalizzino ulteriori aiuti al suo Paese, inclusa la visita a Washington la scorsa settimana per incontrare i leader del Congresso e il presidente Joe Biden.

Biden ha richiesto 60 miliardi di dollari per l’Ucraina, oltre a 14 miliardi di dollari per Israele, 10 miliardi di dollari per gli aiuti umanitari e 14 miliardi di dollari per il confine con gli Stati Uniti. Quel pacchetto è in fase di stallo al Congresso, dove il caucus repubblicano rimane diviso sull’opportunità di continuare a sostenere la lotta dell’Ucraina contro la Russia.

L’amministrazione Biden ha avvertito che presto finirà i fondi per lo sforzo bellico in Ucraina senza fondi aggiuntivi approvati dal Congresso. I repubblicani si sono rifiutati di votare sulla richiesta di finanziamenti supplementari senza apportare modifiche sostanziali alle politiche di asilo e di frontiera.

I negoziati tra i due partiti del Senato, compresi i funzionari della Casa Bianca e il segretario alla Sicurezza Interna Alejandro Mayorkas, sono in corso da settimane. Il Senato spera di raggiungere un accordo e votarlo quando il Congresso ritornerà all’inizio del prossimo anno.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x