Quattordici letture consigliate per il 6 gennaio e “Cosa è probabile che accada dopo”

Ho trascorso la mattinata del 6 gennaio 2021 al telefono con una delle mie fonti alla Fox, un vero conservatore che odiava ciò che Donald Trump aveva fatto al canale e al Partito Repubblicano. Abbiamo lamentato il sostegno di Fox alla bugia elettorale di Trump e il motivo per cui così tante persone volevano credere a una storia di fantasia. Ci chiedevamo se Trump sarebbe passato in secondo piano ora che ha perso contro Joe Biden. Tanto per questo.

Abbiamo riattaccato, poi ho visto il discorso di Trump su Fox e ho guardato le rivolte sulla CNN. Non ero a Washington quel giorno, quindi voglio usare questo spazio per evidenziare i resoconti di prima mano di coloro che erano, insieme ad altre colonne e riflessioni degne di nota:

– Matt Fuller, lascia che strappi quel giorno infernale e ogni giorno da allora Questo articolo è per la Bestia quotidiana. Una delle sue tante osservazioni: “Dopo il 6 gennaio, la maggior parte dei media non ha ancora capito come coprire i repubblicani”, in particolare quelli che hanno cercato di minare la democrazia.
— Fotografo dell’Associated Press J. Scott Applewhite ha scritto di Il suo ritratto iconico dall’interno della stanza della casa: “Il Campidoglio è dove lavoro ogni giorno e sono un volto familiare per la maggior parte dei poliziotti. Quando hanno gridato sul pavimento della stanza di uscire, ho detto loro che stavo bene e rifiutato di andarsene. Questo è quello che facciamo: restiamo e ci riferiamo”.
— via Los Angeles Times: “Il fotografo Kent Nishimura ha seguito l’attacco al Campidoglio in tempo reale. Mentre inviava foto e video dell’evento, ha permesso alla sua videocamera GoPro montata sul casco di funzionare finché la batteria poteva durare. Nessuno screenshot ancora mostrato. “
“Ciò che ha reso la giornata così meravigliosa è stata la rapidità con cui tutto è stato trasformato e il modo in cui gli spazi presumibilmente sicuri sono diventati scene di caos e distruzione”, ha scritto Alex Webrin di THR in Questa storia è basata sulle sue interviste ai giornalisti televisivi E produttori che erano sotto assedio insieme ai legislatori.
Uno dei giornalisti intervistati da Weprin, Chad Bergram di Fox, ha anche scritto una rubrica online su I suoi cupi ricordi dell’attacco della folla quel giorno. “Ricordo queste cose perché ero qui il 6 gennaio”, ha scritto. “E spero che anche tu li ricordi.”
– Ryan Riley è fuori con un Nuova storia su “Cacciatori di sedizione” La banda di investigatori online che “ha avuto un enorme impatto sulle indagini il 6 gennaio. Il prossimo: ha dato fuoco all’FBI”.
– Cassie Hunt tweet: “Domani sarà una giornata difficile per quelli di noi che sono stati lì o hanno persone care nell’edificio. Pensando a tutti voi e trovando la forza sapendo che non sono solo in questo. Grazie a Dio per l’USCP, DC MPD e tutti coloro che hanno combattuto per tenerci al sicuro quel giorno”.

Si consigliano le letture

READ  La Corte Suprema del Brasile esamina un caso storico riguardante i diritti alla terra degli indigeni | Notizie sui diritti degli indigeni
Cosa sarebbe successo se Mike Pence avesse detto di sì? David French riflette su questa domanda in una rubrica intitolata The Atlantic “Near-Death Day in America”.
– Esperto di sicurezza nazionale Peter Bergen, Scrivendo per CNN.com“La ribellione del 6 gennaio è stata il culmine del nazionalismo bianco americano contemporaneo e un esercizio in quello che probabilmente verrà dopo”, dice.
Nel podcast The American Radical, Ayman Mohieldin e Priti Varathan esplorano la “storia sconosciuta di Roseanne Boyland”, una sostenitrice della legge che è stata investita l’1/6 ed è morta quel giorno. Hanno ampliato i rapporti in Questa è la nuova storia di VF A proposito di un'”anima perduta” che è diventata un “estremista”, Immergiti nell'”abisso della cospirazione”.
– Com’è stato l’ultimo anno per i figli della disobbedienza? Pochi iscritti Come è stato fatto il lavaggio del cervello ai loro genitori In questa storia di Teen Vogue di Fortesa Latifi. Ho anche discusso della storia In “Un nuovo giorno” sulla CNN.
– Andrew Bogon di Washington è andato anche oltre Com’è veramente la vita per 1/6 detenuti in una prigione capitale?. Ha scoperto che “gli aspetti della vita dentro di lei sembrano stranamente familiari all’universo alternativo occupato dall’estrema destra dall’esterno”.
– Qual è lo stato del Partito Repubblicano dopo un anno? Jeremy Herb della CNN si è recato nella contea di Lancaster, in Pennsylvania, per mostrare come”L’elezione di Trump si è trasformata in rabbia per una serie di questioni a livello nazionaleDai mandati della maschera ai dibattiti sulla teoria razziale critica e il definanziamento della polizia”.

Musica d’atmosfera per 1/6

Titolo della CNN:Intensità nel discorso violento Prima dell’anniversario dell’attentato al Campidoglio del 6 gennaio, ma non c’è un complotto definito».
– Titolo del New York Times: “Un anno dopo le rivolte in Campidoglio, La presa di Trump sul Partito Repubblicano non ha eguali. “
– Altro dal New York Times: il Partito Repubblicano di oggi “ha Abbraccia completamente la menzogna elettorale rubatae “emarginato i pochi membri rimasti” che hanno sfidato pubblicamente Trump.
– Rapporto WaPo: “Almeno 163 repubblicani adottano le false affermazioni di Trump Competono per le posizioni a livello statale Darebbe loro autorità sull’amministrazione delle elezioni”.
– Sommario PolitiFact: “Generale Esporre false narrazioni. “
– Titolo dell’Associated Press: “Giornata nazionale della vergogna, ricorda la metà. “

Piani di copertura della CNN

Wolf Blitzer fornirà una copertura speciale di “1/6: un anno dopo” giovedì mattina quando Biden e il vicepresidente Kamala Harris pronunceranno le loro osservazioni al Campidoglio. John King, Jake Tapper e Blitzer presenteranno i loro spettacoli da Capitol Hill nel corso della giornata. Alle 20, la rete presenterà uno speciale di due ore dal titolo In diretta dal Campidoglio All’interno della Statuary Hall, ospitata da Tapper e Anderson Cooper.
READ  Lars Vilks, sotto la protezione della polizia dal 2007, il profeta Maometto muore in uno schianto faccia a faccia

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x