Rachel Mussolini vince il maggior numero di voti alle elezioni del consiglio comunale di Roma | Italia

La nipote di Benito Mussolini ha vinto il maggior numero di voti alle elezioni del consiglio comunale di Roma, fornendo sostegno ai Fratelli d’Italia, il partito di estrema destra a cui appartiene, nelle città del nord dominate dalla sinistra.

Rachel Mussolini ha ricevuto più di 8.200 voti alle elezioni comunali di domenica e lunedì, in aumento rispetto ai 657 che ha ricevuto quando è entrata in consiglio per il suo primo mandato nel 2016.

Ha detto che il suo successo a Roma era dovuto al duro lavoro e non al cognome. “Ho imparato a convivere con il mio cognome fin da bambina”, ha detto a La Repubblica. “A scuola si riferivano a me, ma poi Rachel si è presentata e la persona ha vinto il titolo, qualunque sia il peso di quel titolo. Ho molti amici a sinistra e sono sicuro che uno di loro ha votato per me”.

Rachel prende il nome dalla prima moglie e figlia del defunto jazzista Romano Mussolini del dittatore fascista.

Prima di diventare una consulente nel 2016, ha detto che le era stato chiesto di rilasciare interviste solo a causa del suo cognome. “Ma durante il mio ultimo mandato hanno iniziato a chiedermi delle iniziative che promuovevo. Ho lavorato sodo”.

Ha detto di aver instaurato ottimi rapporti con i colleghi del Pd di centrosinistra all’interno della Camera: “Una cosa è la politica, un’altra i rapporti umani”.

Mussolini si astenne dal discutere di fascismo. “Per far fronte a questo bisognerà parlare fino a domani mattina. Preferisco parlare della Roma”, ha detto.

Intanto Fratelli d’Italia sperano che il loro candidato, Enrico Michetti, resista al centrosinistra nel ballottaggio per il sindaco di Roma del 17-18 ottobre. Mishti, sostenuto dalla Lega di estrema destra e da Forza Italia di Silvio Berlusconi, ha guidato il primo turno e al secondo turno affronterà l’ex ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. La corsa è serrata ma Gualtieri dovrebbe prevalere, prendendo i voti del sindaco deposto Virginia Raggi e di Carlo Calenda, quarto candidato al primo turno.

Lunedì le elezioni sindacali di Milano, Bologna e Napoli hanno dato un forte mandato di centrosinistra, mentre a Torino ci sarà il ballottaggio, dove un candidato di centrosinistra affronterà un candidato dell’alleanza Confraternita d’Italia, Lega e Forza Italia . Entro due settimane.

La Fratellanza in Italia è cresciuta costantemente nelle elezioni nazionali negli ultimi anni e, secondo un sondaggio condotto mercoledì, il partito era il secondo più grande in Italia, dopo il Partito leggermente democratico che ha riconquistato il primo posto dopo le elezioni comunali.

Nonostante Bologna, roccaforte della sinistra, sia stata vinta da un candidato del Pd, Fratelli d’Italia ha fatto strada in città, togliendo voti alla Lega. Il partito è emerso anche come il più forte esecutore della coalizione di destra a Torino.

La crescita di Fratelli d’Italia, guidata da Giorgia Meloni, arriva come il sostegno alla Lega Matteo Salvini che cala, lasciando la coppia in lizza per il potere all’interno dell’alleanza.

READ  Ikea HomeKit supporta il sensore di movimento e l'accesso ai pulsanti

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x