Rashford: supporto contro il razzismo dopo aver violato il “momento speciale” del calcio | gli sport

Quando ha sbagliato un rigore ai rigori finali nella partita dell’Inghilterra contro l’Italia Euro 2020, i troll si sono diffusi sui social media e si sono infuriati contro il giocatore del Manchester United. In poche ore, gli yobs hanno anche vandalizzato il suo murale di Manchester. Ma il sostenitore della povertà alimentare ha ricevuto un sostegno rassicurante da tutta l’Inghilterra.

Il 23enne ha dichiarato ieri alla BBC Breakfast: “È stato fantastico, è qualcosa che non dimenticherai mai.

“È difficile descrivere la sensazione che ti dà, ma una cosa che ho sempre detto è che voglio vedere le persone che si comportano all’unisono nelle società e negli ambienti e questa è stata una delle cose più importanti per me.

“Era un momento in cui tutti si riunivano e tutto ciò che pensavano fosse la cosa giusta da fare, l’hanno fatto ed è stato un momento speciale”.

Rashford, nato a Manchester, ha iniziato la finale a Wembley in panchina, ma l’allenatore Gareth Southgate ha chiesto un rigore ai calci di rigore.

L’Italia ha vinto 3-2 ai rigori dopo che Rashford, il compagno di squadra Jadon Sancho e Bukayo Saka dell’Arsenal non sono riusciti a convertire ai rigori.

I tre giocatori di colore sono stati vittime del razzismo sui social media da parte di una piccola parte di spericolati tifosi dell’Inghilterra dopo la partita.

“Ci sono volute una settimana, due settimane per schiarirmi la mente”, ha aggiunto Marcus. Solo allora ho iniziato a notare i diversi tipi di persone che si sono fatte avanti per difenderci e ho iniziato a diffondere l’idea che il razzismo non va bene.

READ  Cooper ha una montagna da scalare per vincere il Campionato del Mondo MTB

“In realtà non lo vedevo bene da due settimane, ma quando l’ho visto, è stata sicuramente una bella sensazione.

“Ovviamente mi stavo operando anch’io in quel momento, quindi è stato bello vedere le persone non solo riunirsi, ma anche il resto di noi in piedi insieme per le stesse cose”.

Ha detto che persone di diversa estrazione “dicevano la stessa cosa ed è stato bello vederle”.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x