Recensione del film di Radhe Shyam: la storia poco profonda e gli scenari poco brillanti rendono noiosi Prabhas e Pooja Hegde

Alla fine di Rad ShyamCiò che resta di me sono cornici perfette, realizzate con cura per sembrare dipinti. Il direttore della fotografia Manoj Paramahamsa, lo scenografo Raveender Reddy e i costumisti Thota Vijayabhaskar ed Eka Lakhani creano l’atmosfera per una fiaba epica. Ma per quanto tempo ci si può immergere nell’atmosfera, contemplando le colonne di luce che scorrono attraverso le alte finestre ei lunghi corridoi di ospedali e case in Italia? Certamente, il film si vanta di Prabhas e Pooja Hegde che hanno una buona presenza sullo schermo. Ma lo spirito del film, la storia, è sconvolto. Quella che dovrebbe essere una storia d’amore agonizzante tra due persone che corrono contro il destino si rivela tenera e fredda.

In questo dramma in costume ambientato negli anni ’70, il protagonista Vikramaditya (Prabhas) è scelto come “l’Einstein della chiromanzia”. Il suo mentore Paramahamsa (Krishnam Raju in versione telugu; Sathyaraj in altre versioni) viene consultato da un team di scienziati spaziali indiani prima di una missione. L’insegnante comprende i dubbi del mondo sulla chiromanzia, l’astrologia e le pratiche correlate. Cita l’esempio delle due stelle, Arundhati e Vashista, conosciute molto prima della loro scoperta dalla scienza moderna; Ci sono questioni al di là della comprensione umana, aggiunge, dando il tono agli eventi che si svolgeranno in seguito.

Rad Shyam

Cast: Prabhas, Pooja Heigd

Direzione: Radha Krishna Kumar

Musica: Justin Prabhakaran, SS Taman

Vikramaditya porta avanti l’eredità del Guru e all’inizio del film legge il palmo di Indira Gandhi e prevede che dichiarerà lo stato di emergenza! Più avanti, c’è un riferimento fotografico di passaggio di John Lennon che prende la firma di Vikramaditya. Rad Shyam Potrebbe aver eliminato le sequenze emozionanti che si troverebbero in un film stellare, ma sta cercando di creare un’aura attorno al personaggio di Prabhas attraverso sequenze così scarse.

READ  La star di "Dunes" Rebecca Ferguson è stata premiata al Festival di Göteborg 2022 - The Hollywood Reporter

Gratta sotto questo livello di eroismo e Vikramaditya appare come un uomo che ha ceduto ai dettami del destino. Il modo in cui si abbandona alle relazioni casuali, che chiama “flirtare”, è la prova che ha paura dell’impegno per una buona ragione. Alla fine, ovviamente, si innamora quando incontra la misteriosa ed energica dottoressa Prerna (Pooja Hegde), che è anche a un miglio di distanza nelle relazioni.

Bellissimo veicolo “E Ratali” (Autore di Justin Prabhakaran) Funziona per mostrare come due persone che sono destinate a non incontrarsi o innamorarsi mai, continuano ad incrociarsi. In parti come queste, il film riesce a creare un po’ di magia. Il corteggiamento di Vikramaditya e Prerna avviene tra la caduta di accenni su ciò che li rende quello che sono. È anche intervallato da normali parti di fumetti in un reparto ospedaliero.

Il film spreca un cast di talento, facendoli stare da parte e pronunciare una o due battute. Almeno Sachin Khedekar ha qualcosa da fare. Jayaram, Jagapathi Babu e Priyadarshi sono persi. Quello più perso è Murali Sharma, che è piuttosto sellato con una brutta parrucca. Kunaal Roy Kapur e Bhagyashree non hanno molto da fare e potrebbero essere stati collegati per ottenere volti familiari per i fan indiani.

Per la prima ora circa, le immagini estetiche, la musica (sottofondo musicale di S.S. Thaman) e i cast chiave progettati per sembrare perfetti per le immagini, mettono in risalto l’ambientazione da sogno. Pooja Hegde sembra la principessa e nelle parti successive mostra un assaggio del suo potenziale di recitazione in attesa di essere sfruttato. Prabhas è efficace nella sua interpretazione, ma non c’è molto nella storia o nella caratterizzazione che lo sfida come attore.

READ  Chi sta entrando San Marino in Eurovision 2020? Incontra il tuo Sunhet

Quando il conflitto tra destino e amore è al centro della scena, il film inizia a perdere tutto il suo piccolo fascino. problema più grande con Rad Shyam è che non attira mai la tua attenzione. La sequenza della nave alla fine dell’affondamento della sigaretta è un film davvero traballante, nonostante Prabha sia stato costretto a salire su una nave alta in stile Baahubaliano.

Somiglianze con Mani Ratnam Jithanjali È anche difficile liberarsene. I viaggi degli amanti contro ciò che il destino ha in serbo per loro possono essere presi come un accenno di quella famosa storia d’amore. Mentre Jithanjali Ha anche guidato su una premessa che richiedeva la sospensione dell’incredulità, era tutto cuore e ci ha fatto tifare per i campioni. Rad Shyam Avrebbe potuto attirare un po’ di quello spirito nella sua scrittura.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x