Repubblica Democratica del Congo: l’ambasciatore italiano è morto in un attacco a un convoglio dell’Onu

Luca Atanasio è morto insieme a un soldato italiano dopo che il loro veicolo è stato attaccato mentre viaggiava in un convoglio delle Nazioni Unite nella parte orientale del Paese.

“È con profondo rammarico che la Farnesina conferma la morte dell’ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo, Luca Atanasio, e di un militare dei Carabinieri, oggi a Goma”, ha detto il ministero in un comunicato.

Il primo ministro italiano Mario Draghi ha rilasciato una dichiarazione in cui esprime le sue condoglianze alle famiglie dell’ambasciatore e soldato italiano Vittorio Iacovaci.

Il Programma alimentare mondiale ha dichiarato in una dichiarazione che uno dei suoi autisti è stato ucciso nell’attacco.

Altri sono rimasti feriti nel convoglio, secondo l’agenzia delle Nazioni Unite.

Il Programma alimentare mondiale ha detto che una delegazione era in gita per visitare un programma di alimentazione scolastica a Rutshuru quando sono stati attaccati.

Ha aggiunto che il percorso si trovava su una strada precedentemente designata che era sicura per viaggiare senza una squadra di sicurezza.

Rutshuru è a poco più di due ore di macchina da Goma. La strada fuori dal capoluogo di provincia è da anni insicura con una varietà di gruppi armati che operano nell’area.

C’è una forte presenza di forze di pace delle Nazioni Unite nella regione, ei convogli delle Nazioni Unite hanno bisogno di un nulla osta di sicurezza per viaggiare fuori Goma.

READ  I robot decollano alla prima sfida dell'anno, il San Marino Tribune

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x