RFK Jr. scusa per il commento di Anna Frank

L’attivista anti-vaccino Robert F. Kennedy Jr., si è scusato martedì per aver suggerito che le cose sono peggio per le persone oggi di quanto non lo fossero per Anne Frank, l’adolescente morta in un campo di concentramento nazista dopo essersi nascosta con la sua famiglia in un annesso segreto in una casa di Amsterdam per due anni.

I commenti di Kennedy, fatti domenica a una manifestazione a Washington organizzata dal suo gruppo no-profit anti-vaccino, sono stati ampiamente condannati come offensivi, oltraggiosi e storicamente ignoranti. È la seconda volta dal 2015 che Kennedy si scusa per aver fatto riferimento all’Olocausto durante il suo lavoro seminando dubbi e sfiducia sui vaccini.

“Mi scuso per il mio riferimento ad Anna Frank, in particolare alle famiglie che hanno subito gli orrori dell’Olocausto”, Kennedy ha detto in un tweet Martedì mattina. “La mia intenzione era quella di utilizzare esempi di barbarie del passato per mostrare i pericoli delle nuove tecnologie di controllo. Nella misura in cui il mio discorso ha causato dolore, sono veramente e profondamente dispiaciuto”.

La moglie di Kennedy, l’attrice Cheryl Hines di Curb Your Enthusiasm della HBO, ha preso le distanze dal marito nel suo stesso tweet circa 20 minuti dopo. Ha definito il riferimento ad Anna Frank “riprovevole e insensibile”.

“Le atrocità che milioni di persone hanno subito durante l’Olocausto non dovrebbero mai essere paragonate a niente e nessuno. Le sue opinioni non riflettono le mie”, ha twittato Hines.

Kennedy, nipote del presidente John F. Kennedy e figlio del fratello ucciso, l’ex procuratore generale degli Stati Uniti, attivista per i diritti civili e contendente presidenziale democratico Robert F. Kennedy, domenica si era lamentato del fatto che il principale medico di malattie infettive della nazione, Anthony Fauci, stava orchestrando il “fascismo”.

READ  Francia e Germania affermano che la pubblicazione delle note da parte della Russia viola le regole diplomatiche

“Anche nella Germania di Hitler potresti attraversare le Alpi fino alla Svizzera. Potresti nasconderti in una soffitta come fece Anna Frank”, ha detto alla folla.

Un’indagine dell’Associated Press il mese scorso ha scoperto che Kennedy ha invocato lo spettro dei nazisti e dell’Olocausto quando parla di misure di salute pubblica intese a salvare vite durante la pandemia, come la richiesta di maschere o vaccini.

Il mese scorso, ad esempio, ha pubblicato un video che mostrava Fauci con i baffi da Hitler. In un discorso di ottobre al Ron Paul Institute, ha paragonato obliquamente le misure di salute pubblica messe in atto dai governi di tutto il mondo con la propaganda nazista intesa a spaventare le persone facendole abbandonare il pensiero critico.

Kennedy si è scusato nel 2015 dopo aver usato la parola “olocausto” per descrivere i bambini che crede siano stati feriti dai vaccini.

Nelle sue scuse del martedì, Kennedy non ha affrontato le sue precedenti invocazioni di nazisti, Hitler e l’Olocausto quando ha discusso i vaccini. I rappresentanti della sua organizzazione no-profit, Children’s Health Defense, non hanno restituito e-mail chiedendo i suoi commenti passati.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x