Riconvertire Mariupol in una città russa

Riconvertire Mariupol in una città russa

Si è scoperto che oltre il 90% dei grattacieli residenziali sono stati danneggiati, insieme alla maggior parte delle scuole e degli ospedali.

Il rapporto concludeva che i funzionari russi dovrebbero essere indagati per crimini di guerra, ma che “le prove fisiche presenti su centinaia di potenziali scene del crimine” vengono cancellate attraverso il frettoloso processo di ricostruzione.

Non c’è voluto molto prima che il presidente russo Vladimir Putin lo annunciasse Mariupol” ModificatoIl 21 aprile 2022, con gli ultimi combattenti ucraini rinchiusi nell’acciaieria Azovstal costretti ad arrendersi, Mosca ha lanciato un piano pluriennale per rivedere il suo premio strategico.

La Russia si impegnò a ricostruire le aree che aveva bombardato per settimane e a fare di Mariupol, in seguito chiamata la Città della Gloria Militare, parte della madrepatria.

Un comunicato stampa del Ministero russo dell'edilizia e dell'edilizia abitativa, pubblicato l'8 maggio 2022, afferma: “Il piano è quello di creare un'immagine completamente nuova della città con moderni edifici residenziali e strutture sociali” e afferma che i funzionari credono che la città potrebbe essere ripristinato in tre anni.

Da allora, i segnali stradali delle città sono stati ridipinti di rosso, bianco e blu – i colori della bandiera russa – e le strade e le piazze hanno cambiato nome. In molti casi, i nomi risalgono a nomi sovietici. Peace Street è stata ribattezzata Lenin Street.

Nel maggio dello scorso anno, l’amministratore comunale nominato dalla Russia Oleg Morgun disse che era importante ripristinare i nomi storici e rinominare altri siti per onorare “gli eroi che hanno sacrificato la loro vita per la libertà della nostra repubblica e il diritto di essere russi”. “.

READ  Palestinesi manifestano contro Mahmoud Abbas dopo la morte di un attivista | Notizie della Cisgiordania occupata

Per i residenti di Mariupol, i passaporti russi sono diventati essenziali, poiché sono necessari per accedere ai servizi locali, inclusa la richiesta di risarcimento per le loro case distrutte.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x