Riesci a individuare l’Everest in questa immagine da sogno dalla Stazione Spaziale Internazionale?

I fotografi aerei dovrebbero certamente desiderare di avere l’opportunità di rimanere a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), dove l’avamposto in orbita offre viste mutevoli della Terra da un’altitudine di 250 miglia.

Quindi non è sorprendente che Modulo Cupola della Stazione Spaziale Sette, con le sue splendide viste panoramiche sulla Terra e oltre, è facilmente il luogo più popolare della struttura tra gli astronauti abbastanza fortunati da visitarla.

Mentre alcuni semplicemente fissano fuori dalla cupola per ammirare lo scenario sottostante, altri impugnano la fotocamera per catturare il meglio di ciò che vedono prima di condividerlo con il resto di noi qui a Terra Firma.

Mark Vande Hay, attuale residente della ISS che è arrivato alla struttura nell’aprile 2021, ama condividere occasionalmente foto scattate dall’alto, poiché i suoi recenti sforzi sembrano più qualcosa che Van Gogh avrebbe potuto disegnare più di una fotografia.

L’incredibile immagine è stata catturata sopra l’Himalaya, dove Vande Hei della NASA ha sfidato le persone a localizzare l’Everest (risposta alla fine di questo articolo), la montagna più alta del mondo a 29.032 piedi (8.849 metri).

Il mio proposito per il nuovo anno è di uscire il più spesso possibile. Bene, dopo che atterro è così. Riesci a trovare l’Everest in questa foto? pic.twitter.com/4CKQ2agYi3

e[مدش]. Mark T Vande Hey (@Astro_Sabot) 4 gennaio 2022

Vediamo meglio la foto…

Marc Vandy Ciao / NASA

L’astronauta francese Thomas Pesquet è stato uno dei fotografi più desiderosi di visitare la stazione spaziale negli ultimi tempi. Pesquet ha rivelato in un post verso la fine del suo ultimo soggiorno, scaduto a novembre Quanta pianificazione è necessaria Per avere la migliore opportunità di scattare foto straordinarie dalla Stazione Spaziale Internazionale.

READ  La NASA inizia ad assemblare un veicolo spaziale per studiare un enorme asteroide metallico

Questo perché gli astronauti trascorrono la maggior parte del loro tempo lavorando su esperimenti scientifici piuttosto che guardare fuori da una finestra. Inoltre, con la stazione in orbita attorno alla Terra 16 volte al giorno, gli scorci di punti di interesse sono solo fugaci. Ciò ha spinto Pesquet a pianificare in anticipo utilizzando il software di navigazione della NASA che mostra i tempi diurni e notturni della Stazione Spaziale Internazionale, le previsioni sulla copertura nuvolosa e, soprattutto, il percorso esatto di avvicinamento alle orbite.

Se le strade corrispondono ai luoghi importanti registrati da Pesquet prima della sua missione, può determinare l’ora esatta in cui deve essere nella cupola per scattare la foto.

Per quanto riguarda il grande sforzo di Vande Hei, sei riuscito a individuare l’Everest? Il progetto Inkfish di Twitter sembra aver avuto successo…

Ed ecco la stessa vista tramite Google Maps…
L'Everest su Google Maps.

Raccomandazioni degli editori




Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x