Risarcimento sospeso, SC rinvia il caso dei Marines italiani

L’Italia ha iniziato a trasferire denaro ai parenti dei pescatori indiani che sono stati uccisi da due dei suoi marines, ha detto il centro a SC.

di HT ReporterHindustan Times, Nuova Delhi

Pubblicato il 20 aprile 2021 alle 01:43 IST

Lunedì la Corte Suprema ha rinviato un appello del governo centrale per chiudere tutti i procedimenti in India contro i Marines italiani che hanno ucciso due pescatori al largo delle coste del Kerala nel 2012.

Un organo giudiziario guidato dal presidente della Corte Suprema S. un. Pobdi, osservando che l’avvocato del governo Rajat Nair aveva affermato di non aver ancora ricevuto l’importo del risarcimento dal governo italiano. “Deposiremo denaro in questo tribunale entro 24 ore dal ricevimento dalla sua controparte italiana. Sebbene il processo di trasferimento di denaro sia iniziato, non lo abbiamo ancora ricevuto”.

A quel tempo, il tribunale ha indicato che era sempre stato dell’opinione che il caso dovesse essere incluso in una data successiva, ma che il governo aveva fretta di tenere un’udienza il prima possibile. Il 9 aprile il tribunale ha chiesto all’Italia di effettuare il deposito R10 crore con il Ministero degli Affari Esteri concordato dal governo italiano da erogare alle famiglie dei pescatori morti e al proprietario della barca ferita. Sebbene il tribunale abbia considerato di ritardare la questione di 15 giorni per completare queste procedure, il procuratore generale Tushar Mehta, che rappresentava il centro, ha richiesto che fosse fissata la “prima data possibile” perché MEA depositerà il denaro nella cancelleria del tribunale entro tre giorni dal ricevimento esso.

READ  Graining Miller è stato costretto a concentrarsi sulla "permanenza" nel GP di San Marino della MotoGP | Notizie MotoGP

Godendo dello zelo del governo di chiudere i procedimenti contro due marines davanti alla Corte Suprema e un processo penale in attesa di fronte a un tribunale speciale a Delhi, la Corte Suprema ha poi osservato che si aspettava che il governo agisse con la stessa velocità in altri casi. Anche i casi.

“Ci piacerebbe che tu agissi altrettanto velocemente anche su altre cose. Qui (in questo caso) ci vogliono tre giorni. Normalmente, chiedi almeno due o quattro settimane”, ha commentato CJI Bobde.

Il tribunale si stava occupando di una richiesta presentata dal centro nel luglio 2020 in cui si diceva che tutti i procedimenti in India contro i Marines, Massimiliano Lattori e Salvatore Geroni, dovevano essere chiusi, perché il governo dell’Unione ha accettato il lodo arbitrale internazionale nel maggio 2020. Tribunale. Il tribunale ha stabilito che i marines godevano dell’immunità e quindi solo l’Italia poteva perseguirli mentre l’India aveva diritto a un risarcimento.

Successivamente, durante un’udienza nell’agosto 2020, il tribunale ha chiarito che non avrebbe chiuso il procedimento fino a quando le famiglie delle vittime non fossero state ascoltate e concesso un risarcimento “adeguato”, dopo aver notato che le famiglie delle vittime non erano state parti del caso prima. Corte Suprema.

Vicino

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x