Rodrigo Chavez vince le elezioni in Costa Rica tra accuse di molestie sessuali | Costa Rica

Un ex ministro delle finanze ha sorpreso molti con il suo ingresso Costa RicaIl secondo turno delle elezioni presidenziali ha vinto facilmente le elezioni e il mese prossimo è destinato a diventare il nuovo leader del paese centroamericano, mentre continuava a respingere le accuse di molestie sessuali quando lavorava alla Banca Mondiale.

Con quasi tutti i seggi elettorali che riportano, la Corte elettorale suprema ha affermato che l’economista conservatore Rodrigo Chavez ha ricevuto il 53% dei voti, rispetto al 47% dell’ex presidente Jose Figueres Ferrer.

Più del 42% degli aventi diritto non si è presentato, un’affluenza insolitamente bassa per il paese, che riflette la mancanza di entusiasmo dei costaricani per i candidati.

Chavez, nel suo discorso di domenica scorsa, ha chiesto l’unità per affrontare problemi come la disoccupazione e un crescente disavanzo di bilancio.

“Per me, questa non è né una medaglia né un trofeo, ma piuttosto un’enorme responsabilità, piena di sfide e difficoltà che tutti risolveremo”, ha detto.

Costa Rica, faresti meglio a venire! Chaves ha detto prima di celebrare i suoi sostenitori. La sua inaugurazione è prevista per l’8 maggio.

Figueres si è congratulato con Chavez e gli ha augurato il meglio, aggiungendo che credeva ancora che il Costa Rica fosse in una “profonda crisi” ed era pronto ad aiutarlo a riprendersi.

Entrambi gli uomini hanno lanciato una campagna di lividi.

La campagna di Chavez è sotto inchiesta da parte delle autorità elettorali con l’accusa di gestire una struttura illegale di finanziamento parallelo. È stata anche esposta a uno scandalo di molestie sessuali che ha portato fuori dalla Banca mondiale.

READ  I ricercatori rivelano il potere distruttivo della menzogna di Trump nelle elezioni rubate Diritti di voto negli Stati Uniti

Mentre lavorava in banca, è stato accusato di molestie sessuali da diverse donne, alla fine è stato retrocesso e poi si è dimesso. Ha negato le accuse.

Il tribunale amministrativo della Banca mondiale lo scorso anno ha criticato il modo in cui il caso è stato inizialmente gestito internamente.

La corte ha osservato che un’indagine interna ha rilevato che dal 2008 al 2013 Chávez ha fatto commenti indesiderati sull’aspetto fisico, frequenti allusioni sessuali e tentativi sessuali indesiderati nei confronti di diversi impiegati di banca. Il dipartimento delle risorse umane della banca ha ripetuto questi dettagli in una lettera a Chavez, ma ha deciso di punire la cattiva condotta piuttosto che le molestie sessuali.

“I fatti di questo caso lo indicano [Chaves’s] La condotta era di natura sessuale e che sapeva o avrebbe dovuto sapere che la sua condotta era sgradita”, ha scritto il tribunale. La corte ha anche osservato che durante il procedimento, l’attuale vicepresidente delle risorse umane della banca ha affermato nella sua testimonianza “l’indiscusso i fatti equivalgono legalmente al livello di molestie sessuali.

L’analista politico Francisco Barahona ha affermato che la mancanza di entusiasmo del Costa Rica, come evidenziato dalla bassa affluenza alle urne, è stata il risultato dei numerosi attacchi personali che hanno caratterizzato la campagna.

“Per molte persone è imbarazzante dire di aver votato per l’uno o per l’altro, e molti preferirebbero dire che non voteranno per nessuno dei due candidati o semplicemente non andranno a votare”, ha aggiunto Barahona.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x