― Advertisement ―

spot_img
HomeEconomyRuanda e Italia firmano un accordo da 50 milioni di euro per...

Ruanda e Italia firmano un accordo da 50 milioni di euro per sostenere progetti di adattamento climatico

L’8 luglio i governi di Ruanda e Italia hanno firmato un accordo di finanziamento del valore di 50 milioni di euro attraverso il Fondo italiano per il clima. Gestito dall’importante banca italiana di sviluppo Cassa Depositi e Prestiti (CDP), questo finanziamento sarà erogato attraverso il Fondo Italiano per il Clima per portare avanti l’agenda politica climatica del Ruanda.

Leggi anche: Tra le priorità figurano l’aumento del bilancio nazionale dell’11% e il cambiamento climatico

Il Fondo Italiano per il Clima è lo strumento finanziario innovativo promosso dal Governo italiano per sostenere progetti di finanza climatica nei Paesi in via di sviluppo e nei mercati emergenti.

Leggi anche: “Green Gicumbi” per migliorare la resilienza climatica della regione

Durante la firma virtuale, il Ministero delle Finanze e della Pianificazione Economica e il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica hanno rappresentato rispettivamente il Ruanda e l’Italia.

Secondo un comunicato stampa correlato, l'accordo, che fa parte dell'approccio di sicurezza energetica del Piano Mattei dell'Italia verso l'Africa, mira a sostenere il Piano d'azione nazionale per il clima del Ruanda e a far avanzare l'agenda politica climatica del Ruanda rafforzando la sua capacità di resistere e adattarsi all'impatto del riscaldamento globale.

Leggi anche: Ruanda e Italia rafforzano la cooperazione nel campo della difesa e dell’agricoltura

Come abbiamo notato, le risorse assegnate diventeranno disponibili una volta raggiunto un pacchetto di riforme politiche e istituzionali che integrerebbero gli aspetti di mitigazione e adattamento al cambiamento climatico nel quadro politico e normativo. Queste riforme saranno necessarie per raggiungere gli obiettivi nazionali di riduzione delle emissioni di carbonio.

Il ministro delle Finanze e della Pianificazione economica Yusuf Murangwa ha sottolineato l’importanza di questo accordo, affermando: “Il Ruanda ha posto l’azione per il clima al centro della sua agenda di sviluppo, come dimostrano i nostri contributi determinati a livello nazionale (NDC).

READ  Dai un'occhiata | Riapre al pubblico un fast food di 2000 anni a Pompei

“Affinché le misure di mitigazione e adattamento delineate negli NDC siano effettivamente implementate, i finanziamenti, lo sviluppo di capacità e il trasferimento di tecnologia sono essenziali. L’accordo che abbiamo firmato oggi contribuirà quindi in modo significativo a questo sforzo, stimato in circa 11 miliardi di dollari”.

“L'Italia, attraverso il Fondo per il Clima, prosegue il suo impegno per creare le migliori condizioni per la crescita nel continente africano”, ha affermato il Ministro dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Bechetto.

“Con il Ruanda, investiremo nella pianificazione, che è essenziale per affrontare le principali questioni climatiche che colpiscono quella regione”.

Il finanziamento fa parte di un partenariato più ampio che comprende istituzioni finanziarie multilaterali e bilaterali come il Fondo monetario internazionale nell’ambito dei benefici dell’accordo sul Fondo di resilienza e sostenibilità da 319 milioni di dollari che il governo del Ruanda ha firmato con il Fondo monetario internazionale nel 2022, e altre istituzioni come… La Banca Mondiale, l'Unione Europea, la Banca Europea per gli Investimenti e altre istituzioni finanziarie europee per lo sviluppo attraverso l'iniziativa Team Europe, tra gli altri.

Nel 2018, Ruanda e Italia firmano un accordo Ciò ha consentito ai due paesi di aprire lo spazio aereo alle reciproche compagnie aeree commerciali, in base ai cosiddetti accordi bilaterali sui servizi aerei in termini di aviazione.