Rugby Sei Nazioni | Momento classico del Guinness Sei Nazioni: Italia 23-18 Francia

Gli Azzurri sono usciti in rimonta in un incontro incalzante e hanno segnato la loro prima vittoria in assoluto nel Sei Nazioni contro i Bleus al decimo tentativo.

Un risultato importante si è fatto sentire all’orizzonte per la squadra di Nick Mallett, che ha sfiorato la vittoria contro l’Irlanda al primo turno, perdendo infine per 13-11, prima di costringere il Galles a perdere 24-16 al terzo turno.

Hanno accolto la Francia due settimane dopo con la storia decisamente contro di loro, l’unica precedente vittoria dell’Italia risale al 1997, quando hanno perso vittoriosamente 40-32 a Grenoble.

Con il 18-6 in svantaggio a mezz’ora dalla fine, le mete di Vincent Clerc e Morgan Parra aggiunti con otto punti dalla scarpa di quest’ultimo, sembrava che l’ultimo tiro dell’Italia per abbattere i Bleus stesse scivolando via, soprattutto quando Mirko Bergamasco ha sbagliato due gol . Sanzioni.

Ma gli azzurri hanno reagito con una meta di Andrea Massi e Bergamasco ha subito trovato il gruppo fuori dal tee, tre rigori riusciti a lato di un’altra meta di Parra regalando ai padroni di casa un vantaggio che hanno mantenuto in una vittoria esaltante.

È stato un momento speciale per Mallet e il momento clou del suo periodo da allenatore, poiché il sudafricano è stato sostituito nel ruolo dal francese Jacques Brunel dopo le finali della Coppa del mondo nello stesso anno.

“La squadra ha giocato davvero bene contro l’Irlanda e ha fatto una buona partita contro il Galles quando abbiamo avuto un po’ di sfortuna”, ha detto l’ex allenatore dello Springbok dopo la partita.

“Questa vittoria contro una buona squadra francese è un grande risultato. Sono molto orgoglioso dei giocatori e orgoglioso di ciò che hanno dato ai tifosi italiani.

READ  L'Irlanda supera l'Italia per terminare la campagna di EuroHockey

“Lo sport è una cosa divertente, ne perdi un paio di fila e poi le cose cambiano molto velocemente: i tifosi sanno che stiamo migliorando sempre”.

L’ex leggenda dell’Inghilterra e dei Lions Jeremy Guscott, che ha coperto la partita per la televisione britannica, ha ritenuto che l’Italia meritasse di vincere dopo le quasi sconfitte contro Irlanda e Galles a Roma all’inizio del torneo.

“Pensavo che sarebbe stato lo stesso risultato quando Bergamasco ha mancato quei due calci nella ripresa, ma l’Italia è andata più in profondità e ha meritato la vittoria”, ha detto.

L’attuale raccolto italiano spera di creare ricordi simili con l’avvicinarsi del Guinness Six Nations del 2023, che la Francia ospiterà nel weekend di apertura.

Dopo le vittorie storiche contro Australia e Galles negli ultimi anni, ora cercheranno di incanalare un po’ dell’attitudine italiana quasi insondabile che hanno mostrato quel famoso giorno di 12 anni fa per ripetere il risultato.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x