Saluti al padre del nastro a cassetta – Scienza e tecnologia

L’onore è arrivato venerdì dopo la morte dell’ingegnere olandese Lou Utens, a cui è stato attribuito il merito di aver inventato la cassetta audio e di aver contribuito alla creazione del CD, all’età di 94 anni.

Creati da Ottens mentre lavorava con il gigante elettrico Philips, i nastri a cassetta hanno reso la musica veramente portatile per la prima volta e hanno permesso a una generazione di audiofili di realizzare nastri misti delle loro canzoni preferite.

Oltre 100 miliardi di cassette versatili, anche se incredibilmente facili da decifrare, sono state prodotte in tutto il mondo nel suo periodo di massimo splendore dagli anni ’60 agli anni ’80, e negli ultimi tempi hanno persino goduto di una rinascita.

Olga Colin, direttrice del Museo Philips di Eindhoven, ha detto in una dichiarazione fornita a Francia Agenzia di stampa.

“Luo era un uomo straordinario che amava la tecnologia, anche se le sue invenzioni avevano origini umili”.

Phillips ha detto che è morto il 6 marzo nel villaggio di Duisel vicino al confine con il Belgio.

Nato nel 1926 nella città olandese di Bellingold, Utens ha mostrato un interesse per la tecnologia in tenera età durante l’occupazione dei Paesi Bassi da parte della Germania nazista nella seconda guerra mondiale.

Ha costruito una radio per ricevere il “Free Dutch”. Orange Radio Con un’antenna speciale chiamata “Germanenfilter” perché può evitare la confusione nazista, giornale olandese Consiglio norvegese per i rifugiati menzionato.

Ottens è entrato in Philips dopo aver studiato ingegneria all’università, dove lui e il suo team hanno sviluppato il primo registratore portatile al mondo, secondo Philips.

READ  Come un fondatore mira a rendere la gestione del denaro un gioco multiplayer

Ma scoraggiato dall’ingombrante sistema di pulegge che necessitava di carica manuale, inventò la cassetta nel 1962.

“La cassetta è stata inventata per il fastidio dell’attuale registratore, è così semplice”, ha affermato Autence in un’intervista.

Blocco di legno

Colin ha detto che la tecnologia che ha reso possibili i lettori di cassette portatili e riempito milioni di camere da letto di adolescenti con la musica è iniziata nel modo più umile.

“Durante lo sviluppo della cassetta, nei primi anni ’60, (Utens) ha realizzato un registro che si adattava perfettamente alla tasca del suo cappotto”.

“Questa era la dimensione della prima cassetta compressa, il che la rende molto più accessibile degli ingombranti registratori usati all’epoca.”

Sfortunatamente, ha aggiunto Colin, il prototipo storico del tronco è andato perduto “quando Luo lo ha usato per sostenere il suo paranco durante il cambio della gomma a terra”.

Utens ha poi guidato il team di sviluppo CD che è stato poi prodotto da Philips e dal gigante giapponese dell’elettronica Sony.

Philips ha detto che da allora sono stati prodotti più di 200 miliardi di CD.

Dopo essere stati depositati nel cestino della storia della musica, i nastri sono recentemente tornati.

Le vendite di album a cassetta negli Stati Uniti sono aumentate del 23% nel 2018, secondo Nielsen Music Tracker, passando dalle 178.000 copie dell’anno precedente a 219.000 copie.

Nonostante sia l’eroe sconosciuto del mondo della musica, la carriera di Utens non è stata priva di frustrazioni.

Non solo Sony ha rilasciato il suo primo CD prima di Philips, ma ha anche prodotto il popolare Walkman che ha cambiato il modo in cui le persone ascoltano la musica – anni dopo ha detto che “fa ancora male non averne uno”.

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x