― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldSamuel Alito rifiuta di ricusarsi per la controversia sulla bandiera

Samuel Alito rifiuta di ricusarsi per la controversia sulla bandiera

Il giudice della Corte Suprema Samuel Alito ha finalmente risposto alle preoccupazioni sulla sua capacità di rimanere neutrale nei casi relativi agli sforzi per sovvertire le elezioni del 2020. La sua risposta è un deciso rifiuto di farsi da parte.

All'inizio di questo mese, New York Times È stato riferito che Alito ha sollevato almeno due bandiere associate al movimento “Stop the Steal” del 2020, che sostiene erroneamente che diffuse frodi elettorali hanno privato l’ex presidente Donald Trump di un secondo mandato.

“Come ho affermato pubblicamente, non ho assolutamente nulla a che fare con l'innalzamento di quella bandiera”, ha scritto Alito a proposito di rapporti e foto che mostrano una bandiera americana capovolta che sventola fuori dalla sua casa in Virginia dopo la rivolta del 6 gennaio al Campidoglio. “Non mi ero nemmeno accorto della bandiera capovolta finché non è stata portata alla mia attenzione. Appena l’ho vista ho chiesto a mia moglie di toglierla, ma lei ha rifiutato per diversi giorni”.

All'inizio di questa settimana è stato pubblicato un rapporto volte Ha confutato la precedente affermazione di Alito secondo cui sua moglie, Martha Ann Alito, aveva alzato la bandiera solo dopo essere stata presa di mira per molestie da un vicino. Secondo il volteche hanno esaminato gli sms e la chiamata della polizia, i vicini di Alito hanno confermato che è stata Martha Ann a istigare la disputa, e ad un certo punto sembrava che lei avesse sputato sull'auto della coppia.

La coppia aveva affisso un cartello con la scritta “Trump è fascista” e “Sei complice” fuori casa dopo gli scontri avvenuti il ​​6 gennaio. Dicono che i segnali non fossero esplicitamente diretti ad Alito. Solo dopo che la bandiera è stata alzata e Martha Ann ha chiamato la coppia “fascisti” ci sono stati scambi di insulti, contraddicendo la cronologia degli eventi del giudice Alito.

READ  Giappone, Stati Uniti e Francia stanno conducendo esercitazioni militari guardando alla presenza cinese

Alito ha anche incolpato la moglie per aver sventolato la bandiera “Appello al Cielo” fuori dalla casa di vacanza della coppia. La bandiera è associata al braccio militante del Movimento nazionalista cristiano ed è stata adottata da molti rivoltosi il 6 gennaio.

“A mia moglie piace issare le bandiere, a me no”, ha scritto Alito “Non avevo familiarità con la bandiera ‘Call to Heaven’ quando mia moglie l’ha issata. Potrebbe aver menzionato che risale alla Rivoluzione Americana e presumere che lo stesse volando per esprimere un messaggio religioso e patriottico. “Non ero a conoscenza di alcun collegamento tra questa tradizione storica e il movimento Stop the Steal, e nemmeno mia moglie.”

La Corte Suprema sta attualmente deliberando su due casi relativi alla rivolta del 6 gennaio, uno che potrebbe dare all'ex presidente Donald Trump l'immunità dai procedimenti giudiziari per presunti crimini legati al suo ruolo nella rivolta del Campidoglio, e un altro che potrebbe ostacolare la capacità di indagare del Dipartimento di Giustizia. . Processo contro i partecipanti alle rivolte del Campidoglio.

La settimana scorsa, i senatori democratici Dick Durbin (D-Ill.), presidente della commissione giudiziaria del Senato, e Sheldon Whitehouse (D.R.I.), presidente della sottocommissione giudiziaria dei tribunali federali, hanno inviato una lettera alla Corte Suprema chiedendo un incontro “come il più presto possibile” e lo ha esortato a “prendere immediatamente le misure appropriate per garantire che il giudice Alito si ricusi da qualsiasi caso relativo alle elezioni presidenziali del 2020 e all’attacco del 6 gennaio al Campidoglio”. La richiesta è arrivata dopo una lettera dei Democratici della 40 Camera che chiedevano ad Alito di ritirarsi dai casi.

READ  Trump difende l'elogio di Putin anche se definisce "coraggioso" il presidente dell'Ucraina

La giustizia non ha intenzione di farlo, e senza un chiaro meccanismo per forzare la ricusazione, Alito continuerà a delineare le conseguenze che coloro che sono coinvolti negli sforzi per sovvertire il trasferimento pacifico del potere nel 2020 potrebbero dover affrontare.

Comune

Trump ha espresso chiaramente la sua gioia per la decisione di Alito. Mercoledì, in attesa del verdetto del suo processo penale nascosto, l'ex presidente ha scritto una lettera di elogio alla giustizia Sulla verità sociale. “Congratulazioni agli Stati Uniti Corte Suprema di Giustizia “Samuel Alito per aver mostrato intelligenza, coraggio e 'coraggio' nel rifiutarsi di astenersi dal prendere una decisione su qualsiasi cosa relativa al 6 gennaio”, ha scritto.

“Tutti i giudici, i giudici e i leader americani dovrebbero avere tale risolutezza: il nostro Paese sarà molto più avanzato del suo attuale status di nazione gravemente fallita, presieduta dal peggior presidente della storia americana, il truffatore Joe Biden!” Ha aggiunto Trump.