Scaramucci racconta alla giuria del processo al banchiere la mossa di Trump

NEW YORK – Anthony Scaramucci ha dichiarato giovedì a una giuria il suo ruolo nel ricoprire posti di lavoro nell’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump mentre testimoniava contro un banchiere di Chicago, dicendo che non avrebbe mai preso in considerazione l’uomo per un lavoro se avesse saputo che stava dando $ 16 milioni. In prestito all’ex manager della campagna di Trump.

Scaramucci, 57 anni, stava testimoniando al governo nel suo caso contro Stephen Kalk, un ex amministratore delegato della Federal Reserve che si è dichiarato non colpevole di accuse di corruzione e cospirazione in istituzioni finanziarie.

In risposta alle domande del procuratore generale per un’ora, Scaramucci ha affermato di non conoscere Calc prima che Paul Manafort lo raccomandasse per posizioni chiave nell’amministrazione Trump dopo che Trump era stato eletto alla presidenza nel novembre 2016.

Scaramucci ha detto che Manafort, che è stato responsabile della campagna di Trump per un periodo chiave da giugno a inizio agosto 2016, ha contattato Scaramucci da metà a fine dicembre 2016 per incoraggiarlo a considerare Kalk per un ruolo importante nell’amministrazione Trump.

Scaramucci ha detto che Manafort non ha mai detto che stava cercando di ottenere $ 16 milioni in prestiti da Calc Bank per progetti immobiliari. Scaramucci ha detto che se lo avesse fatto, non avrebbe mai pensato a Calek per un lavoro.

Dopo aver parlato al telefono con Calk il 27 dicembre 2016, Scaramucci ha ricevuto una serie di sms da Calk nei giorni successivi che gli chiedevano delle possibilità di intervistare la Trump Tower per varie posizioni, ricorda il testimone.

READ  "Pessimo gusto. Tutti in rosso, ma i VIP ..."

“Gli ho indicato che stavo facendo del mio meglio per recuperarlo dal colloquio che è stato richiesto, ma ho anche sottolineato che sembravano esserci altre persone in fila per questi lavori”, ha detto Scaramucci.

All’inizio di gennaio, Kalk ha inviato a Scaramucci un messaggio chiedendo se fosse “ancora in gioco”, secondo quanto riportato in tribunale. Due giorni dopo, ha chiesto: “Ciao Anthony. Qualche parola?”

I pubblici ministeri affermano che Kalk ha fatto pressioni sul comitato per i prestiti della banca e sugli assicuratori per concedere a Manafort i prestiti di cui aveva bisogno mentre faceva pressioni per lavori dell’amministrazione Trump che non ha mai ottenuto, incluso il segretario dell’esercito.

L’avvocato di Calk, Paul Schumann, ha affermato il giorno prima nelle dichiarazioni di apertura che il suo cliente non aveva fatto nulla di illegale perché l’approvazione dei prestiti non dipendeva da lui e perché sembrava un grosso problema alla banca in un momento in cui Manafort era visto come il ricco e di successo “rock star del mondo”. Politica”.

Oltre a servire nella squadra di transizione di Trump, Scaramucci ha anche lavorato per un breve periodo nel luglio 2017 come direttore delle comunicazioni della Casa Bianca.

Durante la sua testimonianza, ha descritto di essere seduto accanto all’ex sindaco di New York Rudy Giuliani nella notte delle elezioni 2016, quando i primi risultati sono arrivati ​​dalla Florida.

Giuliani, ha detto, “si è rivolto a me e ha detto: ‘Ora è molto probabile che Trump vincerà le elezioni'”.

Scaramucci dovrebbe riprendere a testimoniare martedì. Quando ha lasciato l’aula, si è rifiutato di commentare il processo o qualsiasi altra cosa mentre ha detto sarcasticamente: “È insolito per me, non è vero?”

READ  Svizzera, 200 turisti britannici in quarantena fuggono durante la notte - stranieri

Ultimamente, ha spesso lanciato parole dure a Trump, anche twittando all’inizio di quest’anno: “I funzionari eletti repubblicani che ancora sostengono Trump devono essere perseguiti al suo fianco per tradimento”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x