Schmidt è supportato da Francia, Italia, Gran Bretagna e Stati Uniti

Schmidt è supportato da Francia, Italia, Gran Bretagna e Stati Uniti

L’Ambasciatore britannico in Bosnia-Erzegovina Julian Reilly ha affermato oggi che gli ambasciatori di Francia, Italia, Gran Bretagna e Stati Uniti affermano il loro pieno sostegno all’Alto Rappresentante nell’esercizio dei poteri di cui dispone.

“Non ci sono dubbi: la Bosnia-Erzegovina è e rimarrà un Paese unico, sovrano e multietnico”, ha scritto su Twitter.

L’Alto Rappresentante in Bosnia-Erzegovina, Christian Schmidt, ha abrogato la legge per non pubblicare le decisioni dell’Alto Rappresentante nella Gazzetta Ufficiale della Republika Srpska, e la legge per non attuare le decisioni della Corte Costituzionale della Bosnia-Erzegovina. L’Erzegovina si trova nel territorio della Republika Srpska, adottato dall’Assemblea nazionale della Republika Srpska.

Ha inoltre deciso gli emendamenti al codice penale della Bosnia-Erzegovina, che considereranno reato le azioni che violano l’ordine costituzionale della Bosnia-Erzegovina.

Come ha detto, chi non rispetta la legge sarà perseguito.

“Le recenti decisioni del NARS violano direttamente l’ordine costituzionale della Bosnia-Erzegovina, e quindi l’accordo di pace di Dayton. L’accordo di Dayton è stato firmato per porre fine alla terribile guerra. È nostro mandato garantire che una cosa del genere non accada di nuovo”, Schmidt ha sottolineato.

Come ha detto, i consigli di entità non hanno il potere di ribaltare le decisioni della Corte costituzionale.

“Non dobbiamo dimenticare chi pagherà le conseguenze più gravi dell’irresponsabile avventura della coalizione di governo a Banja Luka. Saranno i cittadini della Republika Srpska”, ha detto Schmitt.

Secondo lui, ci sono politici che stanno lavorando intensamente affinché la Bosnia-Erzegovina faccia progressi nel suo cammino verso l’Unione Europea.

Spero che gli attori politici tornino in sé. “Sarebbe illegale e sbagliato compiere tali azioni in futuro”, ha affermato Schmidt.

READ  Lo spettacolo visivo inonda il bar lounge italiano di luce arancione al neon

Ha aggiunto che una soluzione potrebbe essere trovata attraverso la conversazione.

La comunità internazionale nell’Unione europea ha il desiderio di portare la Bosnia-Erzegovina nel suo ovile. Non mettiamo in discussione la struttura interna della Bosnia-Erzegovina. Le entità fanno parte della costituzione e rimarranno tali fino a quando i parlamenti oi cittadini non decideranno di voler avere una struttura diversa, ma ciò può essere ottenuto attraverso mezzi democratici”, ha sottolineato Schmidt.

Le decisioni dell’Alto Rappresentante hanno effetto immediato.

Il presidente della Republika Srpska Milorad Dodik ha detto oggi che non accetterà alcuna decisione da Schmidt, definendolo un “alto rappresentante bugiardo”.

Ha detto ancora che “Schmidt è illegale” e che “la Republika Srpska non accetterà alcuna punizione”.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x