Sei Nazioni promette di consegnare ancora una volta

Sei Nazioni promette di consegnare ancora una volta

L’Inghilterra è la squadra di rugby più classificata e con più risorse in Europa.

L’Irlanda ha una serie di otto vittorie, inclusa la sconfitta degli All Blacks.

Anche la Francia ha una recente vittoria sulla Nuova Zelanda e sta migliorando più rapidamente di qualsiasi nazione di prova prima di ospitare la Coppa del mondo di rugby del prossimo anno.

Il Galles ha vinto il campionato 2021 dal nulla e ha un pedigree con quattro titoli negli ultimi 10 anni.

Buona fortuna a scegliere un vincitore nel prossimo Sei Nazioni.

Il torneo di rugby dell’emisfero settentrionale che raramente non riesce a dare risultati sta tornando, questa volta con i fan e meno certezze che mai su dove andrà il trofeo.

Naturalmente, ci sono alcune garanzie ferree intorno al Sei Nazioni: inni nazionali cantati ferocemente, battute in conferenza stampa di Eddie Jones, caos post-partita nelle stazioni ferroviarie fuori Twickenham e al Millennium Stadium.

Oh, ed è abbastanza probabile che l’Italia zoppicherà fino all’ultimo weekend già sicura del cucchiaio di legno.

Ma quasi tutto il resto sembra nell’aria, soprattutto visto quello che è successo durante gli internazionali autunnali, che si sono conclusi con il rugby europeo che sporse il petto con orgoglio.

Per la prima volta dal 2002, Nuova Zelanda, Sud Africa e Australia sono state tutte battute nello stesso fine settimana, rispettivamente da Francia, Inghilterra e Galles.

L’Irlanda ha anche divorato l’Argentina in quel fine settimana di dichiarazione per l’emisfero settentrionale che ha fornito la configurazione perfetta per il Sei Nazioni.

I francesi — con un gruppo potente, un senso di solidarietà, un allenatore con un piano in Fabian Galthie potrebbero essere i favoriti quest’anno — dopo il secondo posto consecutivo.

READ  Israele e Ucraina, dilaniate dalla guerra, potrebbero affrontarsi nella finale degli spareggi di Euro 2024

Per quanto riguarda il gallese, mantenere il titolo è diventato molto più difficile con il fedele Alun Wyn Jones, che probabilmente salterà il torneo a causa di un infortunio alla spalla, tra gli assenti per infortunio chiave.

Il fatto che i gallesi inizino in Irlanda e debbano anche visitare Twickenham rende la loro difesa del titolo ancora più difficile.

L’Inghilterra non può mai essere scontata, ma questo torneo potrebbe essere archiviato nel cassetto contrassegnato come “transitorio” con Jones che sta ancora ricostruendo la sua squadra.

Con l’Italia, ora sotto la guida del neozelandese Kieran Crowley, quasi una serratura per l’ultimo posto – del resto gli Azzurri non vincono una partita del Sei Nazioni da febbraio 2015 – una domanda su cui riflettere è dove si inserisce la Scozia .

Gli scozzesi hanno la capacità di competere con squadre più fantasiose, quindi non sorprenderti se faranno passare un brutto momento alla vecchia nemica Inghilterra prima nella più antica partita internazionale di tutte.

Perché questo è il fine settimana che vedrà il pubblico a pieno regime per le partite del Sei Nazioni per la prima volta da quando l’epidemia di coronavirus ha scosso lo sport mondiale nel 2020.

Allo stato attuale, solo l’Italia – dove la partecipazione è limitata al 50% – dovrebbe avere limiti al numero di spettatori.

I fan senza dubbio aggiungeranno allo spettacolo, anche se il dramma non è diminuito durante la pandemia con le ultime due edizioni stabilite nel round finale.

Aspettalo anche quest’anno.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x