Selezione della giuria sospesa per il processo sulla morte di George Floyd – notizie dal mondo

Il giudice che sovrintende al processo di un ex ufficiale di polizia di Minneapolis accusato della morte di George Floyd lunedì ha sospeso la selezione della giuria per almeno un giorno mentre appellava un appello per il possibile ripristino dell’accusa di omicidio di terzo grado.

Il giudice Peter Cahill ha detto che non ha giurisdizione per decidere se l’accusa di omicidio di terzo grado debba essere restituita a Derek Chauvin mentre il caso è appellato. Ma ha detto che gli argomenti dei querelanti sull’impatto dell’intero caso erano “fragili”.

Cahill inizialmente aveva stabilito che la selezione della giuria sarebbe iniziata come previsto lunedì, ma i pubblici ministeri hanno affermato che avrebbero chiesto alla corte d’appello di intervenire, il che potrebbe ritardare il caso, quindi il giudice ha inviato la potenziale giuria a casa per la giornata.

Chauvin è accusato di omicidio di secondo grado e omicidio colposo nella morte di Floyd. Esperti legali affermano che una riconsiderazione dell’accusa di omicidio di terzo grado aumenterebbe le probabilità di una condanna. L’avvocato di Chauvin, Eric Nelson, ha detto lunedì che chiederà alla Corte Suprema dello stato di rivedere la sentenza della corte d’appello che ha ordinato a Cahill di riconsiderare l’accusa.

La selezione della giuria dovrebbe richiedere almeno tre settimane, poiché i pubblici ministeri e gli avvocati della difesa cercano di escludere le persone contro le quali potrebbero essere prevenuti.

“Non vuoi una giuria completamente vuota, perché questo significa che non sono affatto in sintonia con il mondo”, ha detto Susan Gartner, un ex procuratore. “Ma quello che vuole è una giuria che possa squalificare le opinioni formate prima di entrare in aula e garantire a entrambe le parti un equo processo”.

READ  La Corte Suprema degli Stati Uniti apre la strada all'estradizione di coloro che sono accusati di complotto contro Ghosn | Notizie sui tribunali

La morte di Floyd è stata annunciata il 25 maggio dopo che Chauvin, un uomo bianco, ha premuto il ginocchio contro il collo dell’uomo di colore ammanettato per circa nove minuti, mantenendo la sua posizione anche dopo che Floyd è diventato floscia.La morte di Floyd ha scatenato occasionali proteste violente a Minneapolis e oltre, e ha portato alla responsabilità Patriottismo sulla razza.

Chauvin e altri tre ufficiali furono licenziati; Gli altri affrontano il processo di Augusto per favoreggiamento.

Centinaia di persone si sono radunate fuori dall’aula all’inizio del procedimento, molte di loro con cartelli con la scritta “Justice for George Floyd” e “Sentenced Fatal Police”.

Un oratore ha preso un microfono e ha denunciato che le barriere – barriere di cemento sormontate da una serie di recinzioni, filo spinato e filo spinato – erano state installate intorno all’aula. Ha anche ridicolizzato la conversazione sul processo di Chauvin come il “processo del secolo”, dicendo che tutto ciò che la giuria doveva fare era “fare la cosa giusta”.

Poi ha guidato la folla in canti di “Il mondo intero sta guardando!”

All’interno dell’aula, Chauvin, vestito con un abito blu e una maschera nera, osservava con interesse, prendendo appunti su carta legale.

Nelson ha sostenuto in precedenza che la pubblicità preliminare del caso e le successive violente rivolte a Minneapolis avrebbero reso impossibile trovare una giuria imparziale nella contea di Hennepin. Ma il giudice Peter Cahill ha detto l’anno scorso che spostare il processo potrebbe non affrontare un problema della giuria potenzialmente contaminato perché “nessun angolo del Minnesota era protetto” dalla propaganda pre-processuale.

READ  Segretario alla Difesa: Gli Stati Uniti risponderanno all'attacco missilistico in Iraq quando sceglieranno l'esercito degli Stati Uniti

Sono stati inviati questionari ai potenziali giurati – che devono avere almeno 18 anni, cittadini statunitensi e residenti nella contea di Hennepin – per determinare quanto avevano sentito sul caso e se avevano espresso delle opinioni. Oltre alle informazioni biografiche e demografiche, ai giurati è stato chiesto dei contatti passati con la polizia, se hanno protestato contro la brutalità della polizia e se credevano che il sistema giudiziario fosse giusto.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x