“Sky Sun, Tile Sun” ha vinto il Premio Miglior Animazione all’Italian Short Film Festival

TEHERAN – “Sky Sun, Tile Sun” del regista iraniano Ziba Arzang è stato selezionato come miglior film d’animazione al Tracce Cinematografiche Film Festival in Italia.

Il festival dedicato ai cortometraggi si terrà dal 13 al 18 luglio al Forte Sangallo Nettuno di Roma. Tuttavia, i vincitori sono stati annunciati pochi giorni fa.

Nel film “Sky Sun, Tile Sun”, a causa dell’intensità dell’esplosione e del martellamento del sole, il muro piastrellato si incrina e si scurisce ovunque. Le persone si aiutano a vicenda per costruire un nuovo sole per il cielo.

Il film iraniano “Cellmate” diretto da Behzad Khodavesi ha vinto una menzione d’onore nella categoria dei film sociali.

Interpretato da Saba Mohammadi e Qurban Najafi, il film ruota attorno a Rana, una bambina di circa dieci anni, che trascorre le sue giornate in un cortile giocando con un uccellino in gabbia, stendendo il bucato o leggendo libri.

Il film è stato precedentemente mostrato in diversi festival e ha vinto premi, incluso il premio per la sceneggiatura scritta da Solmaz Etemad al Japan Media Arts Festival di Tokyo nel 2020.

Il film ha ricevuto uno dei quattro Excellence Awards nella sezione intrattenimento del festival annuale, organizzato dall’Agenzia giapponese per gli affari culturali dal 1997.

Nella categoria libera, il film “Bernardino da Luina” del regista italiano Diego Monfredini ha portato a casa il premio per il miglior film.

“22 aprile” del regista italiano Cesare Maglioni ha vinto il premio Mediterraneo nella sezione Social Films.

Il brief mostra che il coronavirus sta colpendo l’intero pianeta, uccidendo migliaia di persone, cambiando il modo in cui vediamo il mondo e spingendo le nostre società a ripensare profondamente le proprie abitudini. Una delle abitudini da migliorare soprattutto per poter vincere la battaglia contro questo nuovo nemico comune è lavarsi le mani. Ma che dire di quei posti dove l’acqua dolce non è un bene particolare?

READ  Flavio Briatore porta a Porto Cervo una nuova esperienza miliardaria - WWD

“Ora Zero” della regista italiana Fabiana Bernescu è stato scelto come miglior film sociale.

L’articolo audiovisivo Ora Zero riflette le situazioni specifiche della città di Taranto (Italia) e dei suoi abitanti, concentrandosi principalmente sui problemi sociali e ambientali vissuti nelle immediate vicinanze del complesso industriale Ilva (oggi di proprietà di ArcelorMittal), il più grande polo siderurgico in Europa.

Foto: “Sky Sun, Tile Sun” del regista iraniano Ziba Arzang.

MMS / Yao

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x