Sono state scoperte le origini della seconda luna terrestre, con gli astronomi che prevedono che sarà fuori orbita entro 300 anni. »Brinkwire

Sono state scoperte le origini della seconda luna terrestre, con gli astronomi che prevedono che sarà fuori orbita entro 300 anni.

Un nuovo studio potrebbe aver finalmente rivelato il mistero dietro le origini di un asteroide noto come la “seconda luna” della Terra.

Kamo’oalewa, la semiluna scoperta dagli scienziati dell’Università delle Hawaii nel 2016, prende il nome dal canto hawaiano per “la prole che viaggia da sola”.

L’asteroide orbita attorno alla Terra in un percorso simile a una chiave a una distanza di circa nove milioni di miglia, con un diametro di circa 50 metri, o all’incirca delle stesse dimensioni della Torre Pendente di Pisa in Italia o del Castello di Cenerentola a Disney World.

Questo è in netto contrasto con Luna, la luna più famosa della Terra, che orbita intorno alla Terra a una distanza di 239.000 miglia.

L’insolita traiettoria di volo dell’asteroide Kamwalewa è generata dall’attrazione gravitazionale opposta della Terra e del Sole, che altera i movimenti dell’asteroide.

Kamo’oalewa può essere visto dalla Terra solo per poche settimane ad aprile a causa della sua orbita. A causa delle sue dimensioni modeste, può essere visto solo utilizzando uno dei più grandi telescopi del mondo, il che si aggiunge al suo fascino.

Secondo un nuovo studio pubblicato su Nature, condotto da Ben Sharkey del Lunar and Planetary Laboratory dell’Università dell’Arizona, il mistero dietro le umili origini delle rocce potrebbe finalmente essere svelato.

“È principalmente guidato dalla gravità del Sole, ma questo schema emerge perché è anche – ma non del tutto – in un’orbita simile alla Terra”. È uno strano ballo, ha detto Sharkey in una dichiarazione a Kamo’oalewa.

READ  La terapia penetrativa ripristina parzialmente la vista in un uomo cieco da 40 anni

Mentre gli asteroidi abbondano nel vasto vuoto sopra, Kamo’oalewa si distingue in termini di aspetto.

Gli asteroidi si riflettono brillantemente nelle frequenze infrarosse, mentre Kamo’oalewa non lo è. È più scuro, il che significa che è costituito da sostanze diverse e, di conseguenza, ha un’origine diversa.

Sharkey ha scoperto che il modello di luce riflessa di Kamo’oalewa, noto come spettrogramma, corrisponde alle rocce lunari delle missioni Apollo della NASA, il che significa che ha avuto origine sulla luna stessa, utilizzando il Big-Eyed Telescope gestito da UArizona sul Monte Graham.

Non si sa come sia crollato in primo luogo. Questo perché non sono stati scoperti altri asteroidi con origini lunari.

Ha spiegato: “Ho cercato in ogni spettro di un asteroide vicino alla Terra a cui abbiamo avuto accesso, e nulla ha eguagliato”.

Nel corso di tre anni, Sharkey ha discusso con il suo consigliere, assistente professore all’UArizona, Vishnu Reddy, di una possibile spiegazione per le origini del rock.

“Abbiamo dubitato di noi stessi fino alla morte”, ha detto Reddy, aggiungendo che l’ultimo pezzo del puzzle è stato scoperto nell’aprile di quest’anno.

“Abbiamo ricevuto note di follow-up tanto necessarie questa primavera ed eravamo tipo, ‘Wow, è reale'”, ha detto Sharkey. “Per la Luna, è più facile da descrivere che… Brinkwire News in poche parole.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x