Sony non è riuscita a bloccare una causa sui prezzi del PlayStation Store

Sony non è riuscita a bloccare una causa sui prezzi del PlayStation Store

Un tribunale di Londra ha stabilito che la causa intentata lo scorso anno che accusava Sony di aver violato la legge sulla concorrenza sui prezzi dei negozi continuerà. Reuters Rapporti.

La causa, che riguarda la commissione del 30% che Sony riceve su tutti gli acquisti, potrebbe costare al proprietario della piattaforma fino a 6,3 milioni di sterline di danni.

La società ha affermato che il caso era “imperfetto dall’inizio alla fine”, ma il tribunale d’appello per la concorrenza ha confermato che avrebbe proceduto.

“Questo è il primo passo per garantire che i clienti ottengano ciò che è loro dovuto a seguito della violazione della legge da parte di Sony”, ha affermato in una nota Alex Neal, un esperto di diritti dei consumatori. dichiarazione. “Sony ha sfruttato la fedeltà dei giocatori PlayStation, facendo loro pagare prezzi esorbitanti per anni.”

Ha continuato: “È importante che la Corte della concorrenza riconosca che Sony deve spiegare le sue azioni emettendo un ordine di perseguirle. Cerchiamo di porre fine a questo comportamento illegale e di garantire un risarcimento ai clienti”.

Il caso è stato avviato da Neil nell’agosto 2022 per conto di quasi nove milioni di consumatori del Regno Unito, accusando Sony di “truffare le persone” addebitando una commissione sui giochi digitali e sugli articoli di gioco venduti sul PlayStation Store, di cui la società possiede 30 %. . Sconto % su tutti gli acquisti.

La dichiarazione affermava che i consumatori che avevano acquistato qualsiasi cosa sul PlayStation Store dall’agosto 2016 avevano diritto a un risarcimento. Tuttavia, il tribunale d’appello della concorrenza ha stabilito che coloro che hanno effettuato acquisti dopo l’avvio della causa non dovrebbero essere inclusi.

READ  Alba - Il New York Times

GamesIndustry.biz Ho contattato Sony per un commento.

Il taglio del 30% ottenuto dai proprietari delle piattaforme è stato dibattuto per anni ed è attualmente un importante punto di discussione nel processo antitrust Epic vs Google attualmente in corso a San Francisco.

Iscriviti qui al GI Daily per ricevere le storie più importanti direttamente nella tua casella di posta

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x