SpaceX consegna la nuova quarta squadra alla stazione, “Scena fantastica”

Cape Canaveral, Florida. Una capsula SpaceX che trasportava quattro astronauti si è fermata giovedì alla Stazione Spaziale Internazionale, la loro nuova casa fino alla primavera.

Ha avuto luogo il volo di 21 ore dal Kennedy Space Center della NASA al sito scintillante.

L’astronauta tedesco e tre astronauti americani hanno affermato che è stato un momento emozionante quando hanno individuato per la prima volta la stazione spaziale a 20 miglia (30 chilometri) di distanza – “uno spettacolo piuttosto interessante”, secondo Raja Chari, il comandante della capsula Dragon.

L’astronauta tedesco Matthias Maurer ha osservato che “galleggia nello spazio e brilla come un diamante”. “Siamo tutti molto felici e molto emozionati”.

Il volo del Dragon era completamente automatizzato, con Chari e il pilota Tom Marshburn che monitoravano i sistemi della capsula, pronti a subentrare in caso di necessità. A un certo punto, hanno riportato quella che sembrava una “manopola annodata” o forse un piccolo dado meccanico che fluttuava sopra il campo visivo della fotocamera, ma SpaceX Mission Control ha affermato che non era un problema. L’attracco è avvenuto a 263 miglia (423 chilometri) sopra i Caraibi orientali.

Il comitato di benvenuto della stazione era composto da tre astronauti invece dei sette originariamente previsti. Questo perché SpaceX ha riportato indietro quattro residenti della stazione lunedì, dopo che il lancio dei nuovi arrivati ​​ha continuato a subire ritardi.

Mentre Shari, Marshburn, Maurer e l’astronauta della NASA Kayla Barron si stavano adattando all’assenza di gravità – tutti tranne Marshburne sono principianti nello spazio – l’equipaggio precedente si stava adattando alla vita sulla Terra. “La gravità è un male, ma ci si abitua lentamente”, ha scritto su Twitter l’astronauta giapponese Akihoki Hoshied.

READ  La sonda spaziale OSIRIS-REx della NASA inizia il suo viaggio di due anni con i detriti degli asteroidi

Il nuovo equipaggio trascorrerà i prossimi sei mesi sulla stazione spaziale e durante quel periodo ospiterà due gruppi di turisti in visita. La Russia lancerà il primo set a dicembre e SpaceX il secondo a febbraio.

var addthis_config = {services_exclude: "facebook,facebook_like,twitter,google_plusone"}; jQuery(document).ready( function(){ window.fbAsyncInit = function() { FB.init({ appId : '404047912964744', // App ID channelUrl : 'https://static.ctvnews.ca/bellmedia/common/channel.html', // Channel File status : true, // check login status cookie : true, // enable cookies to allow the server to access the session xfbml : true // parse XFBML }); FB.Event.subscribe("edge.create", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_like_btn_click'); });

// BEGIN: Facebook clicks on unlike button FB.Event.subscribe("edge.remove", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_unlike_btn_click'); }); }; requiresDependency('https://s7.addthis.com/js/250/addthis_widget.js#async=1', function(){ addthis.init(); }); var plusoneOmnitureTrack = function () { $(function () { Tracking.trackSocial('google_plus_one_btn'); }) } var facebookCallback = null; requiresDependency('https://connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1&appId=404047912964744', facebookCallback, 'facebook-jssdk'); });

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x