Spall espelle il Sassuolo, con l’Atalanta

La Spal di seconda divisione affronterà la Juventus, campione d’Italia, nei quarti di finale di Coppa Italia, dopo la folgorante vittoria per 2-0 sul Sassuolo.

L’Atalanta ha battuto il Cagliari 3-1 nella partita successiva e si è qualificata ai quarti di finale.

La SPAL è l’unica squadra rimasta in Serie B in Coppa Italia.

Giovedì il Sassuolo è stato il migliore nel primo tempo della gara di Reggio Emilia, ma la partita si è ribaltata subito dopo l’inizio del secondo tempo, quando il centrocampista Philippe Dorisic è stato espulso per una pericolosa interferenza del difensore della SPAL Leonardo Cernicola.

Spall avanza due minuti dopo quando Demba Seck entra in area e ritira la palla a Simone Missiroli, scavalcando l’angolo in basso a destra.

Gli ospiti raddoppiano al 58 ‘quando Marco D’Alessandro crossa dalla fascia sinistra al palo posteriore, con Lorenzo Dickman che colpisce da distanza ravvicinata.

Allo Stadio Azzurri, il tiro di Alexej Miranschuk di Luis Morell trasforma la formidabile pressione dell’Atalanta verso la fine del primo tempo per avanzare.

Ma Ricardo Sutil ha pareggiato da un angolo stretto alla prima opportunità di visitatore a Bergamo.

Morrell ha trovato il secondo palo sei minuti più tardi, poi Bosco Sotalo si è voltato con un calcio d’angolo per assicurarsi la vittoria di Bergamche.

“Sono felice”, ha detto il colombiano Morel, che ha segnato il suo tredicesimo gol in questa stagione nonostante sia seduto spesso in panchina.

“Faccio del mio meglio quando ho la possibilità di giocare e voglio aiutare la squadra se inizio o se partecipo”.

Mercoledì si sono qualificati Napoli, Inter e Juventus campione.

READ  Alessandro Del Piero è entrato a far parte di ESPN come analista di calcio

Il Milan, capolista della Serie A, ha vinto martedì ai rigori contro il Torino e il Derby City affronta l’Inter nei quarti.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x