Stati Uniti, Francia, Italia, Germania e Gran Bretagna hanno espresso delusione per il rifiuto del Kosovo del piano di voto serbo.

Gli Stati Uniti, la Francia, l’Italia, la Germania e la Gran Bretagna hanno dichiarato mercoledì di essere delusi dalla decisione del Kosovo di non consentire ai cittadini idonei di votare alle elezioni nella vicina Serbia il mese prossimo, avvertendo che la mossa minerebbe le aspirazioni europee per la repubblica balcanica. I cinque governi hanno affermato in una dichiarazione congiunta che il governo di Pristina aveva respinto una “proposta costruttiva” avanzata per consentire ai cittadini kosovari idonei di votare alle elezioni serbe del 3 aprile.

Il Kosovo aveva precedentemente impedito ai serbi di etnia serba di votare sul territorio del Kosovo nel referendum nazionale serbo sugli emendamenti costituzionali di gennaio contro una rivendicazione di Washington e dei quattro paesi europei che hanno sostenuto la dichiarazione di indipendenza del Kosovo nel 2008. “Una tale posizione del governo del Kosovo è incoerente con i nostri valori e principi e minerà le sue aspirazioni europee”.

I cinque paesi hanno affermato che la Serbia ha dimostrato la sua “disponibilità a trovare una soluzione” e che si aspetta che il Kosovo riduca le tensioni e si impegni in un dialogo facilitato dall’UE sulla normalizzazione delle relazioni con la Serbia. “Questo è fondamentale per compiere progressi verso un accordo di normalizzazione globale che alla fine aprirà la prospettiva dell’UE sul Kosovo”, afferma la dichiarazione.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Devdiscourse ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)

READ  Mamma mia! L'Italia è la 'madre' di tutte le riforme economiche | Affari ed economia

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x