Strana “capanna” avvistata dal rover cinese sulla superficie lunare

TORONTO – Il rover lunare cinese, Yutu 2, indagherà su quella che sembra essere una misteriosa “capanna” a forma di cubo sulla superficie lunare dopo essere stata recentemente scoperta all’orizzonte.

La strana forma è descritta per la prima volta in Inserito venerdì scorso sul nostro spazio, associato alla China National Space Administration.

Nel post, lo Yutu 2 stava arrivando alla fine di ottobre, navigando in un’area complessa sulla luna composta da grandi crateri, quando i conducenti hanno notato qualcosa di strano in lontananza mentre scattavano foto dell’orizzonte con lo Yutu 2.

Nota quello che sembra un cubo che spunta dall’orizzonte da loro. Sebbene fosse lontano, e quindi difficile da vedere correttamente, sembrava insolitamente angolare rispetto ad altre rocce, il che le è valso il soprannome di “Capanna misteriosa”.

Secondo Our Space, la “capanna” si trova a circa 80 metri dall’attuale sito di Yutu 2. Sebbene il veicolo abbia una velocità massima di 200 metri all’ora, il terreno accidentato in cui si trova attualmente significa che il rover avrebbe bisogno di circa due o tre mesi da terra per raggiungere effettivamente il telaio. Ma è in corso un piano per indagare.

Yutu 2, che sta per “Jade Rabbit 2”, fa parte del programma di esplorazione lunare di Chang’e. È il primo rover lunare ad esplorare il cosiddetto “lato oscuro” della Luna, il lato rivolto lontano dalla Terra. Sebbene il lato oscuro dell’orbita sia stato osservato, non è stato esplorato in superficie in questo modo.

Il rover si sta attualmente dirigendo verso ovest attraverso il lato oscuro della luna, attraversando una valle per evitare ripide scogliere. Il giorno in cui ha individuato la strana forma della capanna all’orizzonte, aveva conquistato una salita dopo essersi trovato bloccato da scogliere su tre lati, secondo Our Space.

READ  Uno studio rileva che l'Oceano Artico si sta riscaldando decenni prima del previsto

Mentre l’oggetto a forma di cubo ha suscitato confronti sui social media con il monolite lunare nel film di fantascienza 2001: Odissea nello spazio, è probabilmente solo un grosso masso.

Cose strane sono state viste prima sui corpi celesti, come un’immagine di Marte presa dall’orbita Viking 1 nel 1976 che sembrava mostrare il volto di una persona che si alzava dalla superficie del pianeta. Altre immagini, soprannominate “The Face on Mars”, hanno mostrato che si trattava di un trucco di illuminazione su una particolare formazione rocciosa.

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x