Taiwan “aggiusta” le operazioni degli uffici di Hong Kong nella fila di “una Cina” | notizie dalla Cina

Taiwan afferma che Hong Kong sta chiedendo ai funzionari taiwanesi di firmare una “lettera di impegno per la Cina” per ottenere i visti di lavoro.

Il governo di Taiwan ha affermato che “modifica” le operazioni del suo ufficio di Hong Kong dopo che le autorità hanno chiesto ai funzionari taiwanesi di firmare un documento a sostegno della pretesa di Pechino su Taiwan nell’ambito della politica di una sola Cina.

Hong Kong, sotto il dominio cinese, è diventata un altro punto di contesa tra Taipei e Pechino, soprattutto dopo che Taiwan ha criticato la legge sulla sicurezza cinese su Hong Kong e ha iniziato ad accogliere i dissidenti di Hong Kong sull’isola.

In una dichiarazione di domenica, il Consiglio per gli affari continentali di Taiwan ha affermato che dal luglio 2018 il governo di Hong Kong ha “ripetutamente stabilito condizioni politiche irragionevoli per i visti del personale per il nostro ufficio di Hong Kong e ha chiesto la firma della ‘One China Letter of Commitment’. .”

Ha aggiunto che ciò ha impedito al personale dell’ufficio di rimanere lì o di assumere le proprie posizioni.

“Dal 21 giugno, l’ufficio di Hong Kong adeguerà il suo approccio al business”, ha aggiunto il consiglio, senza fornire dettagli, sebbene abbia affermato che l’ufficio manterrà “le operazioni necessarie”.

Ha aggiunto che i dipendenti taiwanesi non firmeranno nessuna lettera “one China”.

La Cina considera Taiwan governata democraticamente come parte di “Una Cina” e non ha mai rinunciato all’uso della forza per portare l’isola sotto il suo controllo.

Il mese scorso, Hong Kong ha sospeso le operazioni presso il suo ufficio di rappresentanza a Taiwan, accusando l’interferenza “grossolana” di Taipei nei suoi affari interni, compresa la sua offerta di aiutare i manifestanti “violenti”, accuse che Taiwan ha respinto.

READ  Video che mostra un agente di polizia del Colorado che scherza sull'uso eccessivo della forza nell'arresto di una donna di 73 anni

Il governo di Macao ha seguito l’esempio mercoledì, affermando che avrebbe sospeso le operazioni presso il suo ufficio di rappresentanza a Taiwan.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x