Talebani cancellano l’istruzione superiore per le ragazze afghane

KABUL, Afghanistan – Con una decisione sorprendente, la leadership intransigente dei nuovi governanti afghani ha deciso di non aprire istituzioni educative per ragazze dopo la prima media, ha detto mercoledì un funzionario talebano il primo giorno del nuovo anno scolastico in Afghanistan.

L’ultima battuta d’arresto per l’istruzione delle ragazze sarà sicuramente ampiamente condannata dalla comunità internazionale, che ha esortato i leader talebani ad aprire le scuole ea concedere alle donne il diritto agli spazi pubblici.

La decisione inaspettata è arrivata nella tarda notte di martedì mentre il Ministero dell’Istruzione afghano si prepara all’apertura del nuovo anno scolastico, che dovrebbe annunciare il ritorno delle ragazze a scuola. Una dichiarazione del ministero all’inizio della settimana ha esortato “tutti gli studenti” a frequentare la scuola.

Tuttavia, la decisione di ritardare il ritorno delle ragazze a scuola ai livelli superiori sembrava una concessione alla profonda spina dorsale rurale e tribale del movimento intransigente talebano, che in molte parti delle campagne è riluttante a mandare le figlie a scuola.

Alle ragazze è stato vietato di frequentare la scuola dopo la prima media nella maggior parte del paese da quando i talebani sono tornati al potere a metà agosto. Le università hanno aperto all’inizio di quest’anno in gran parte del paese, ma gli editti dei talebani sono stati instabili da quando hanno preso il potere, e mentre una manciata di province ha continuato a fornire istruzione a tutti, la maggior parte delle province ha chiuso gli istituti di istruzione per ragazze e donne.

Nella capitale, Kabul, scuole private e università operano senza interruzioni.

Waheedullah Hashemi, rappresentante delle relazioni estere e donatori nell’amministrazione guidata dai talebani, ha affermato che l’amministrazione talebana, motivata religiosamente, teme di andare avanti con l’iscrizione di ragazze oltre il sesto anno che potrebbero erodere la loro base.

READ  Il Pakistan blocca temporaneamente i social media a causa di possibili proteste | Notizie sull'islamofobia

“La leadership non ha deciso quando o come permetterà alle ragazze di tornare a scuola”, ha detto Hashmi. Sebbene sia d’accordo sul fatto che i centri urbani sostengano principalmente l’istruzione delle ragazze, gran parte dell’Afghanistan rurale si oppone a ciò, in particolare nelle aree tribali pashtun.

In alcune zone rurali, un fratello rinnega suo fratello in città se scopre che sta permettendo alle sue figlie di andare a scuola”, ha detto Al-Hashemi, che ha affermato che la leadership talebana sta cercando di determinare come aprire l’istruzione per le ragazze dopo prima media in tutto il paese.

La maggior parte dei talebani sono pashtun. Nella sua invasione del paese lo scorso anno, altri gruppi etnici come gli uzbeki ei tagiki nel nord del paese si sono uniti alla lotta per dare la vittoria ai talebani o semplicemente hanno scelto di non combattere.

“Abbiamo fatto tutto ciò che i talebani chiedevano in merito all’abbigliamento islamico, hanno promesso che le ragazze avrebbero potuto andare a scuola e ora hanno infranto la loro promessa”, ha detto Maryam Nahibi, giornalista locale che ha parlato all’Associated Press nella capitale afgana. Nuhaibi ha protestato per i diritti delle donne e ha detto: “Non erano onesti con noi”.

jQuery(document).ready( function(){ window.fbAsyncInit = function() { FB.init({ appId : '404047912964744', // App ID channelUrl : 'https://static.ctvnews.ca/bellmedia/common/channel.html', // Channel File status : true, // check login status cookie : true, // enable cookies to allow the server to access the session xfbml : true // parse XFBML }); FB.Event.subscribe("edge.create", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_like_btn_click'); });

// BEGIN: Facebook clicks on unlike button FB.Event.subscribe("edge.remove", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_unlike_btn_click'); }); };

var plusoneOmnitureTrack = function () { $(function () { Tracking.trackSocial('google_plus_one_btn'); }) } var facebookCallback = null; requiresDependency('https://connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1&appId=404047912964744', facebookCallback, 'facebook-jssdk'); });

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x