Trump e RNC si scontrano sull’uso del suo nome nella raccolta fondi

Il Comitato nazionale repubblicano sta difendendo il suo diritto di utilizzare il nome dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump negli appelli per la raccolta di fondi dopo che li ha invitati a porre fine alla pratica.

In una lettera di lunedì all’avvocato di Trump Alex Cannon, Justin Rimer, un consigliere senior dell’Assemblea nazionale congolese, ha affermato che la commissione “ha tutto il diritto di fare riferimento a personaggi pubblici mentre partecipano alla retorica politica primaria protetta dal Primo Emendamento”, e ha detto: “Continuerà a farlo. Pertanto, nel perseguimento di questi obiettivi comuni”.

Ma ha confermato che Trump aveva “riaffermato” al presidente RNC Rona McDaniel, durante il fine settimana “che è d’accordo con l’attuale RNC l’uso del suo nome per la raccolta di fondi e altri materiali, tra cui un imminente evento di ritiro dei donatori a Palm Beach in cui stiamo guardando partecipare.”

Trump ha risposto alla lettera affermando che questo accordo era stato messo in discussione. “Niente più soldi per RINOS”, ha detto, o ai repubblicani solo di nome. “Non fanno altro che danneggiare il Partito Repubblicano e la nostra grande base elettorale – non ci porteranno mai alla grandezza”. Invece, ha esortato i suoi sostenitori ancora una volta a inviare i loro contributi direttamente al suo PAC di Save America utilizzando il suo sito web personale, aggiungendo: “Riporteremo tutto più forte che mai!”

La copertina riflette le tensioni che hanno diviso il Partito Repubblicano nei mesi successivi all’uscita di Trump dalla Casa Bianca. Il partito desidera sfruttare la sua popolarità tra la base repubblicana per raccogliere fondi prima delle elezioni di medio termine del prossimo anno. Ma questo è in conflitto con l’istinto di Trump di controllare l’uso del suo nome e della sua immagine poiché mira a posizionarsi come leader indiscusso del Partito Repubblicano.

READ  Covid oggi nel mondo, nuovi contagi record negli Stati Uniti, Germania e Regno Unito - stranieri

Nel suo primo importante discorso da quando ha lasciato l’incarico, Trump ha esortato i suoi sostenitori a donare i loro soldi a Save America, il suo comitato di azione politica, piuttosto che alle tradizionali organizzazioni repubblicane di raccolta fondi. Venerdì, il suo gruppo ha inviato lettere alla RNC e ad altri chiedendo loro di “cessare immediatamente e desistere dall’uso non autorizzato del nome, della foto e / o della foto del presidente Donald J. Trump in tutte le operazioni di raccolta fondi, persuasione e / o lettera di casi”, secondo il lettera RNC.

I comitati elettorali repubblicani della Camera e del Senato e il portavoce di Trump non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

La campagna RNC e Trump hanno lavorato fianco a fianco durante le elezioni del 2020, inclusa la raccolta di fondi attraverso un comitato congiunto di raccolta fondi. Le relazioni tra loro rimangono.

Impostato per parlare al RNC Donor Spring Retreat ad aprile a Palm Beach, in Florida, Trump ha detto a McDaniel che vuole continuare a raccogliere fondi per RNC anche se raccoglie fondi per i propri sforzi. Ciò include la rappresaglia sostenendo i rivali dei repubblicani in carica che lo hanno aggirato votando per metterlo sotto accusa per incitamento a rivolte in Campidoglio.

Nonostante le lettere, la FNC e altri hanno continuato a raccogliere fondi dal nome di Trump.

La RNC ha scritto in un appello domenica: “Congratulazioni! Sei stato scelto come uno dei primi a rivendicare l’appartenenza a Trump Legacy”.

“Abbiamo bisogno di 10.000 patrioti ancora in piedi accanto al presidente Trump prima di mezzanotte di stasera”, ha detto lunedì pomeriggio il Comitato del Senato Nazionale Repubblicano, “Urgente: servono i sostenitori di Trump”.

READ  Kim: la Corea del Nord deve affrontare la `` peggiore situazione di sempre ''

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x