Trump ha chiamato la folla riunita per il suo discorso prima delle rivolte in Campidoglio con “amorevole” nell’audio

“Penso che fosse la più grande folla di cui abbia mai parlato. Si è spostato da quel punto – che era quasi alla Casa Bianca – oltre il Monumento a Washington. Era – spazioso. Ed era una folla amorevole tra l’altro, “Trump ha detto nella registrazione audio presa da Carol Lenig e Philip Rucker I due giornalisti vincitori del Premio Pulitzer al Washington Post durante un’intervista per il loro nuovo libro, “I’m the Only One I Can Fix”.

L’ex presidente ha aggiunto: “C’era molto amore. L’ho sentito da tutti. Mi è stato detto da molti che questa era una folla adorabile”.

I commenti di Trump sottolineano l’ampio sforzo del Partito Repubblicano di minimizzare le rivolte in Campidoglio. Nei mesi successivi al 6 gennaio, l’ex presidente e i parlamentari repubblicani di entrambe le camere hanno fornito false testimonianze dell’attacco che sono in conflitto con un mucchio di prove video, accuse penali contro i partecipanti e testimonianze di agenti delle forze dell’ordine.

A maggio, i repubblicani del Senato divieto di legge Avrebbe creato una commissione indipendente per indagare sull’attacco mortale e mercoledì i repubblicani della Camera si sono astenuti dal partecipare alla Comitato della Camera che guardano alla ribellione.

In un’intervista audio di marzo trasmessa mercoledì sera, Trump ha anche affermato che voleva che la folla si “presentasse”, non che “andasse” in Campidoglio.

Tuttavia, in realtà, solo dopo aver supplicato i suoi aiutanti e alleati del Congresso all’interno dell’edificio assediato il 6 gennaio, Trump ha pubblicato un video in cui esortava i rivoltosi a “tornare a casa”, mentre continuava ad alimentare le loro lamentele infondate sulle elezioni rubate.

“Ti amiamo”, ha detto Trump nel video. “sei molto speciale”. Più tardi, è apparso per giustificare le azioni in un tweet, scrivendo: “Queste sono le cose e gli eventi che accadono quando una vittoria elettorale schiacciante viene spogliata senza tante cerimonie e brutalmente”.

Prima dell’attacco del 6 gennaio, Secondo estratti dal libro precedentemente riportati dalla CNN, l’alto ufficiale militare degli Stati Uniti, il presidente dei capi di stato maggiore congiunti Mark Milley, era così allarmato che Trump e i suoi alleati potessero tentare un colpo di stato o intraprendere altre azioni pericolose o illegali dopo le elezioni di novembre, come pianificato ufficiosamente dal generale e da altri alti funzionari diversamente. Modi per fermare Trump.

Il libro, pubblicato martedì, racconta l’ultimo anno di Trump come presidente, con uno sguardo dietro le quinte su come alti funzionari dell’amministrazione e la cerchia ristretta di Trump hanno affrontato il suo comportamento sempre più irregolare dopo aver perso le elezioni. Gli autori hanno intervistato Trump per più di due ore.

READ  Rooney Luciano, DJ di Jack Harlow, accusato di omicidio

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x