― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldTrump rischia la citazione in giudizio il 6 settembre in Georgia

Trump rischia la citazione in giudizio il 6 settembre in Georgia

Atlanta-

L’ex presidente Donald Trump e i 18 coimputati saranno chiamati in giudizio in Georgia la prossima settimana con l’accusa di aver partecipato a un diffuso piano illegale per ribaltare i risultati delle elezioni del 2020.

Tutti i 19 imputati, tra cui l’ex sindaco di New York Rudy Giuliani e il capo dello staff della Casa Bianca Mark Meadows, saranno chiamati in giudizio il 6 settembre, quando potranno anche presentare le loro difese, secondo i documenti del tribunale.

Un portavoce di Trump non ha risposto immediatamente alla domanda se l’ex presidente intendesse rinunciare alla sua presenza.

Gli imputati hanno rispettato la scadenza di venerdì per costituirsi nella prigione della contea di Fulton. Trump è stato ammonito giovedì sera, accigliato davanti alla telecamera nella prima inquadratura in assoluto di un ex presidente.

Tutti gli imputati tranne uno hanno concordato in anticipo l’importo della cauzione e le condizioni con il procuratore distrettuale della contea di Fulton Fanny Willis ed erano liberi di andare dopo essere stati ammoniti.

Willis, che ha utilizzato la legge georgiana sul racket per portare avanti il ​​caso, sostiene che gli imputati hanno partecipato a una cospirazione diffusa per tentare illegalmente di mantenere il presidente repubblicano al potere anche dopo aver perso le elezioni contro il democratico Joe Biden.

Meadows cerca di respingere l’accusa contro la Georgia presso un tribunale federale. Lunedì si è tenuta un’udienza sul trasferimento del suo caso dal tribunale statale. Almeno altri quattro imputati nell’accusa stanno cercando di trasferire il caso alla corte federale, compreso il funzionario del Dipartimento di Giustizia Jeffrey Clark.

READ  Un'infermiera della Pennsylvania viene condannata all'ergastolo per morte dovuta a insulina