Ucraina e Italia discutono di cooperazione nel campo della digitalizzazione, del commercio e degli investimenti

Il viceministro degli Esteri ucraino Dmitro Senik ha incontrato l’ambasciatore della Repubblica italiana in Ucraina Pierre Francesco Zazo, secondo il servizio stampa del ministero degli Esteri ucraino.

Dmytro Scenic Ha espresso Si ringrazia Pierre Francesco Zazo per il sostegno dell’Italia alla recente dichiarazione del G7 che condanna l’aggressione della Russia contro l’Ucraina.

Le due parti hanno discusso della cooperazione tra Ucraina e Italia in materia di digitalizzazione, commercio e investimenti.

Il Vice Ministro ha sottolineato il grande potenziale per l’attuazione di progetti comuni nel campo dell’e-governance e dei servizi digitali. Le due parti hanno concordato di discutere la possibilità di tenere colloqui italo-ucraini nel campo della digitalizzazione.

I diplomatici hanno prestato particolare attenzione all’aumento del volume degli scambi e degli investimenti bilaterali. Senik ha invitato imprenditori italiani a partecipare alla privatizzazione delle utilities in Ucraina e allo sviluppo di progetti di investimento nel nostro Paese, in particolare nel campo dei trasporti e dell’energia.

Come promemoria, nel 2020 il volume degli scambi tra Ucraina e Italia ha raggiunto i 4.056,7 milioni di dollari USA. Le esportazioni ammontano a 1931,1 milioni di dollari e le importazioni a 2125,6 milioni di dollari.

Nel periodo gennaio-febbraio 2021, gli scambi bilaterali hanno raggiunto i 662,5 milioni di dollari USA (+ 17,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno). Le esportazioni ammontano a 383,95 milioni di dollari e le importazioni a 278,54 milioni di dollari. Il saldo positivo dell’Ucraina è di 105,41 milioni di dollari.

Il nido

READ  CA Indosuez Wealth (Italia) seleziona SpA come appaltatore esterno di risorse umane a pieno titolo

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x