Ucraina: Zelensky accusa la Russia di ‘guerra totale’

Kiev, Ucraina –

Le autorità ucraine hanno dichiarato martedì che i lavoratori che scavano tra le macerie di un condominio a Mariupol hanno trovato 200 corpi nel seminterrato, poiché altre atrocità sono emerse nella città devastata che ha visto le peggiori sofferenze nei tre mesi di guerra.

I cadaveri si stanno decomponendo e il fetore si sta diffondendo nel quartiere, ha detto Petro Andryushenko, consigliere del sindaco. Non l’ha fatto quando sono stati scoperti, ma il gran numero di vittime lo rende uno degli attacchi più mortali della guerra.

Nel frattempo, sono continuati pesanti combattimenti nel Donbass, l’area industriale orientale che le forze russe intendevano conquistare. Le forze russe hanno intensificato i loro sforzi per circondare e catturare Sievierdonetsk e le città vicine.

Mariupol è stata bombardata incessantemente durante un assedio di quasi tre mesi terminato la scorsa settimana dopo che circa 2.500 combattenti ucraini hanno abbandonato un’acciaieria dove si erano stabiliti. Le forze russe in realtà controllavano il resto della città, con circa 100.000 persone rimaste fuori città prima della guerra, con una popolazione di 450.000, molte intrappolate durante l’assedio con poco cibo, acqua, riscaldamento o elettricità.

Almeno 21.000 persone sono state uccise durante l’assedio, secondo le autorità ucraine, che hanno accusato la Russia di aver cercato di coprire le atrocità introducendo attrezzature mobili per la cremazione e seppellendo i morti in fosse comuni.

Durante l’attacco a Mariupol, attacchi aerei russi hanno colpito un ospedale per la maternità e un teatro dove si stavano rifugiando i civili. Un’indagine dell’Associated Press ha rilevato che quasi 600 persone sono morte nell’attacco al teatro delle operazioni, il doppio del numero stimato dalle autorità ucraine.

READ  Papa e cardinali canadesi si incontrano tra gli appelli alla chiesa per lavorare sui collegi

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accusato i russi di aver condotto una “guerra totale” e di aver cercato di infliggere quanta più morte e distruzione possibile al suo paese.

“In effetti, non c’è stata una guerra del genere nel continente europeo in 77 anni”, ha detto Zelensky, riferendosi alla fine della seconda guerra mondiale.

I separatisti sostenuti da Mosca combattono le forze ucraine nel Donbass da otto anni e occupano aree di territorio. Sievierdonetsk e le città vicine sono l’unica parte della regione di Luhansk nel Donbass che è ancora sotto il controllo del governo ucraino.

Le autorità militari britanniche hanno affermato che le forze russe avevano ottenuto “alcuni successi locali” nonostante la forte resistenza ucraina lungo i siti scavati.

I media ucraini hanno riferito che le forze russe avevano anche preso il controllo della città di Svetlodarsk e vi avevano innalzato la bandiera russa. Svetlodarsk si trova a circa 50 chilometri a sud-est della città strategicamente importante di Kramatorsk.

Due alti funzionari russi sembravano riconoscere che i progressi di Mosca erano stati più lenti del previsto, nonostante la loro promessa che l’offensiva avrebbe raggiunto i suoi obiettivi.

Nikolai Patrushev, segretario del Consiglio di sicurezza russo. Il governo russo ha detto che “non stava inseguendo le scadenze”. Il ministro della Difesa Sergei Shoigu ha detto a una riunione dell’alleanza di sicurezza dell’ex Unione Sovietica a guida russa che Mosca stava rallentando la sua offensiva per consentire ai residenti delle città assediate di evacuare, anche se le truppe avevano ripetutamente colpito obiettivi civili.

Mentre Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina, si è ripresa da settimane di bombardamenti durati settimane, questa settimana i residenti hanno formato lunghe code per ricevere razioni di farina, pasta, zucchero e altri prodotti di base. Le forze russe si sono ritirate dalle vicinanze di Kharkiv all’inizio di questo mese, ritirandosi verso il confine russo.

READ  Vladimir Putin ha guidato un taxi all'indomani del crollo dell'Unione Sovietica

Galina Kolymbed, coordinatrice del centro di distribuzione degli aiuti, ha affermato che sempre più persone stanno tornando in città. Il centro fornisce cibo a più di 1.000 persone ogni giorno, ha detto Coulimpid, un numero in costante crescita.

“Molti di loro hanno bambini piccoli e spendono i loro soldi per i bambini, quindi hanno bisogno di supporto con il cibo”, ha detto.


——


Picatoros riportato da Kramatorsk, Ucraina. I giornalisti dell’Associated Press Juras Karmanau a Leopoli, Andrea Rosa a Kharkiv, Danica Kirka a Londra e altro personale di AP in tutto il mondo hanno contribuito


____


rimaniamo in contatto


Hai domande sull’attacco all’Ucraina? e-mail dotcom@bellmedia.ca.

  • Per favore includi il tuo nome, posizione e informazioni di contatto se sei disposto a parlare con un giornalista con CTV News.
  • I tuoi commenti possono essere utilizzati nella storia di CTVNews.ca.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x