Un astronauta ha preso il controllo del rover mentre stava raccogliendo campioni sull’Etna. In futuro sarà sulla luna

L’esplorazione della luna ha guadagnato sempre più attrazione da varie fonti di recente. Ogni passo avanti è un altro passo verso la possibilità di una presenza umana permanente su un altro corpo nel sistema solare. L’Agenzia Spaziale Europea ha recentemente compiuto un altro passo completando il test di robotica Analog-1, che è stato condotto con successo alle pendici dell’Etna all’inizio di questo mese.

Analog-1 è stato a lungo lo sforzo di lunga data dell’Agenzia spaziale europea per modellare come sarebbe per un operatore umano controllare un robot direttamente sulla superficie lunare mentre fluttua sopra di essa sulla stazione spaziale Gateway. Previsto per essere lanciato entro il 2024 come parte del programma Artemis, il portale fungerà da base principale per molte attività di esplorazione lunare.

Video dello Utah sul veicolo spaziale lunare, passato e presente.

Controllare un robot da così lontano non è facile, ed è qualcosa a cui sia i progettisti che gli operatori di robot devono abituarsi. Quindi, è stato sviluppato il progetto Analog-1. L’Agenzia spaziale europea ha iniziato i suoi sforzi per sviluppare un sistema di interfaccia robotica più di dieci anni fa e durante quel periodo ha lentamente migliorato le sue capacità. L’ultimo test è il culmine di questo sforzo e l’agenzia spaziale è giustamente orgogliosa del suo successo.

C’erano molti nuovi aspetti in questo nuovo test. Ovviamente, l’operatore e il personale di controllo della missione erano in realtà a circa 23 chilometri di distanza dal robot mentre era manovrato. Sono collocati in stanze d’albergo separate destinate a simulare gli ambienti reali in cui si troverebbero durante una vera missione. Inoltre, i programmatori del sistema hanno introdotto un ritardo di un secondo per simulare il ritardo che gli operatori potrebbero avere sul cancello durante la guida di un rover sul tetto.

Un'infografica dell'ESA che illustra i requisiti per la missione Analog-1.
Un’infografica dell’ESA che illustra i requisiti per la missione Analog-1.
Credito – ESA

Inoltre, i progettisti di robotica hanno implementato un sistema di feedback tattile che ha permesso all’astronauta dell’ESA Thomas Reiter di “sentire” ciò che prova il robot con il suo braccio azionato. Ma il rover “Interact”, che aveva un braccio motore ed è stato utilizzato per raccogliere campioni, era solo uno di una squadra di robot, tra cui un drone, uno scout crawler “simile a un millepiedi” e altre due unità rover leggere (LRU) , che sembrano versioni in miniatura del rover della NASA che sta esplorando Marte e sono stati progettati da DLR, l’agenzia spaziale tedesca.

Ulteriore supporto è stato fornito dalla sonda, che fungeva da centro di comunicazione per la flotta di robot in prova. È stato bello avere a disposizione una tale varietà di robot: la navigazione nel paesaggio lunare analogico dell’Etna si è rivelata impegnativa per la configurazione standard a quattro ruote di Interact, ma altre tecniche di movimento, come il movimento scout crawl. Questa difficoltà ha portato a un cambiamento nell’approccio dei programmatori di robot. Fornivano una sorta di funzione di “guida assistita” per gli operatori del robot che permetteva al conducente di scegliere dove voleva andare, e quindi il robot avrebbe trovato la sua strada usando il proprio giudizio.

L'astronauta Thomas Reiter controlla l'Interact Rover, che si trova a 23 km dal suo hotel.
L’astronauta Thomas Reiter controlla l’Interact Rover, che si trova a 23 km dal suo hotel.
Credito – ESA

Caratteristiche come questa saranno fondamentali nelle future missioni lunari, soprattutto perché l’affaticamento del conducente potrebbe influenzare notevolmente la durata del rover. Ci sono sicuramente molti problemi da superare se il progetto pubblico Artemis vuole avere successo, per non parlare di far uscire la capsula dell’equipaggio dalla Terra a un certo punto. Ma per ora, questa parte dell’esplorazione robotica della luna ha fatto un enorme balzo in avanti.

Scopri di più:
ESA – Rover e astronauta completano l’Etna Challenge
Utah – L’astronauta dell’ESA Luca Parmitano controllerà il rover dallo spazio
Utah – L’astronauta Scott Tingle è stato in grado di controllare un robot terrestre… dallo spazio.
Utah – Funzionamento del rover in tempo reale a distanza

immagine principale:
Immagine del rover Interact alle pendici dell’Etna.
Credito – ESA

READ  CFIA - Influenza aviaria altamente contagiosa trovata nella contea di Mountain View, nella contea di Buñoca

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x