Un dispositivo vibrante indossabile impedisce agli astronauti di perdersi nello spazio

Un dispositivo vibrante indossabile impedisce agli astronauti di perdersi nello spazio
Immagine: @t:3DSculptor | iStock

Gli scienziati hanno creato dispositivi di vibrazione indossabili per aiutare gli astronauti a rimanere orientati e al sicuro nello spazio

Gli astronauti di solito seguono una formazione approfondita per proteggersi dal disorientamento. Ma, I ricercatori hanno recentemente scoperto I dispositivi indossabili che forniscono segnali direzionali attraverso le vibrazioni possono migliorare notevolmente l’efficacia di questa formazione.

Il dottor Vivekanand P ha detto: “I lunghi voli spaziali causeranno numerosi fattori di stress fisiologici e psicologici che renderanno gli astronauti altamente vulnerabili al disorientamento spaziale”, ha affermato Vimal della Brandeis University negli Stati Uniti, autore principale dell’articolo pubblicato sulla rivista Science. Frontiere in fisiologia.

“Quando un astronauta è disorientato, non sarà in grado di fare affidamento sui suoi sensori interni su cui ha fatto affidamento per tutta la vita.”

Utilizzo Deprivazione sensoriale come segnali

I ricercatori hanno condotto esperimenti utilizzando la deprivazione sensoriale e un dispositivo di rotazione multiassiale per valutare l’efficacia dei dispositivi di vibrazione in un ambiente simulato di volo spaziale dove i consueti segnali sensoriali non erano disponibili.

L’obiettivo era determinare se i vibratori fossero in grado di contrastare i segnali fuorvianti che i partecipanti potrebbero ricevere dai loro sistemi vestibolari e se i partecipanti potessero essere addestrati a fidarsi di questi segnali artificiali.

lo studio

Per lo studio sono stati reclutati un totale di 30 partecipanti. Di questi, dieci persone hanno ricevuto un allenamento speciale sull’equilibrio sui rotatori, altre dieci sono state munite di shaker e le restanti dieci hanno ricevuto entrambi i tipi di allenamento. A tutti i partecipanti è stato mostrato un video che mostrava il funzionamento del dispositivo ciclistico.

READ  Devi ingrandire per un minuto intero per vedere la galassia in questo video del telescopio Webb

Per i partecipanti che hanno ricevuto una formazione aggiuntiva, sono stati inclusi compiti progettati per incoraggiarli a disimpegnarsi dai loro sensi vestibolari naturali e ad affidarsi invece a dispositivi vibranti, ignorando di fatto i loro segnali gravitazionali innati.

Questi compiti prevedevano l’identificazione di punti di equilibrio nascosti e non verticali, richiedendo ai partecipanti di resistere alla loro tendenza a mantenersi in posizione verticale e concentrarsi sulla risposta ai segnali forniti dai vibratori.

Tutti i partecipanti avevano bende, tappi per le orecchie e rumore bianco per bloccare i loro input sensoriali. Coloro che erano dotati di vibratori avevano quattro di questi dispositivi fissati su ciascuna delle loro braccia e vibravano quando deviavano dal punto di equilibrio. Ogni partecipante è stato sottoposto a 40 prove per mantenere il rotatore vicino al punto di equilibrio.

Durante la metà delle prove, il giroscopio ha funzionato a un livello di rotazione verticale, che somigliava alle condizioni terrestri, consentendo ai partecipanti di fare affidamento sui loro segnali gravitazionali innati per determinare la direzione. Nella seconda metà, in uno scenario simulato di volo spaziale, il giroscopio è stato utilizzato su un piano orizzontale deformato, dove questi segnali di gravità non erano più applicabili.

Basandosi sui segnali di gravità

Nella simulazione del volo spaziale, tutti i gruppi inizialmente hanno sperimentato disorientamento, poiché non potevano fare affidamento sui consueti segnali di gravità. Sebbene la maggior parte dei partecipanti si fidasse degli Shaker, si sentivano anche sopraffatti dai conflitti con i loro segnali interni.

Il gruppo che indossava il vibratore ha sovraperformato quelli che facevano solo esercizio fisico, che avevano più cadute e problemi di equilibrio. Il gruppo combinato di allenamento e vibratore ha dato i migliori risultati nel tempo. Tuttavia, i partecipanti non si sono comportati bene come nella simulazione simile alla Terra.

READ  Una meteora luminosa attraversa il cielo di Thompson-Okanagan - Kelowna News

Se i sensori si dimostreranno efficaci in test più ampi, le potenziali applicazioni nel volo spaziale saranno numerose. Queste applicazioni vanno dall’assistere gli astronauti negli atterraggi sicuri sui pianeti al fornire supporto durante le attività extraveicolari nello spazio.

Editore Consigliato Articoli

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x