Un funzionario locale italiano paga per dare allo Sputnik un quinto per i lavoratori transfrontalieri a San Marino

Ilya Rossi, sindaco di Monte Grimano Terme, nella regione Marche, al confine con la Repubblica di San Marino, sta premendo per l’accesso al vaccino russo Sputnik V per i lavoratori transfrontalieri italiani a San Marino, ha detto il funzionario a Sputnik in un’intervista.

GENOVA (UrduPoint News / Sputnik – 19 marzo 2021) Elia Rossi, sindaco del comune di Monte Grimano Terme nelle Marche al confine con la Repubblica di San Marino, preme per l’accesso al quinto vaccino Sputnik della Russia per la Croce d’Italia. Lavoratori di frontiera a San Marino, ha detto il funzionario a Sputnik in un’intervista.

A metà febbraio, il Fondo russo per gli investimenti diretti ha annunciato che San Marino aveva autorizzato l’uso del vaccino russo Sputnik V. Da allora, la repubblica ha ricevuto centinaia di chiamate ed e-mail da italiani desiderosi di ricevere il vaccino russo, secondo il rappresentante dell’Istituto di previdenza sociale di San Marino, la principale istituzione sanitaria pubblica della repubblica, a Sputnik, indicando che può essere possibile solo una volta completata la campagna di vaccinazione locale.

“È un argomento a cui non rinuncio e tornerò sicuramente. Scriverò ancora al ministro della Salute Roberto Speranza e gli chiederò ancora una volta di dare la possibilità di essere vaccinato con Sputnik V se non su suolo italiano, a Almeno a San Marino.

… nella Repubblica di San Marino abbiamo la possibilità di farlo, almeno a cominciare dai transfrontalieri che vi si recano tutti i giorni, e quindi dobbiamo spianare la strada almeno a loro “.

Secondo il sindaco, San Marino ora offre circa 400 vaccinazioni al giorno, il che significa che entro un mese e mezzo la vaccinazione dei suoi residenti potrebbe essere terminata.

READ  Il primo ministro italiano ottiene un voto decisivo al Senato con un margine molto ristretto

“In questo momento siamo nella fase di scambio di intenti, nel senso che abbiamo convenuto che c’è bisogno di fare in modo che i lavoratori transfrontalieri che si recano ogni giorno a San Marino possano essere vaccinati nel più breve tempo possibile, dato i grandi sforzi compiuti da San Marino per vaccinare tutti i suoi cittadini “.

Il sindaco ha spiegato che ci sono circa 8.000 lavoratori oltre confine, il che potrebbe significare un grande sollievo per la regione italiana dell’Emilia-Romagna e la provincia di Pissaro al confine con San Marino, in quanto fornirà 16.000 dosi di vaccini autorizzati per l’uso nel Paese. .

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x