Un satellite fuori controllo si lancia oggi verso la Terra, colpendo l'atmosfera Notizie scientifiche e tecnologiche

Un satellite fuori controllo si lancia oggi verso la Terra, colpendo l'atmosfera  Notizie scientifiche e tecnologiche

La navicella spaziale dovrebbe rientrare nell'atmosfera prima di schiantarsi sulla superficie terrestre, con i funzionari che insistono che i rischi associati sono “molto bassi”.

di Josephine Franks, giornalista @gus_franks


Mercoledì 21 febbraio 2024 alle 07:34 ora del Regno Unito

Si prevede che un satellite fuori controllo sfreccerà attraverso l'atmosfera terrestre oggi, quasi 30 anni dopo il suo lancio.

Si prevede che il satellite, noto come ERS-2, si romperà in pezzi al rientro nell'atmosfera, la maggior parte dei quali brucerà.

Poiché il rientro nell’atmosfera è “naturale” – cioè non controllato dall’uomo – è impossibile prevedere con precisione quando e dove ciò accadrà, secondo l’Agenzia spaziale europea (ESA).

Ma con l’avvicinarsi del tempo, l’agenzia è stata in grado di dire con maggiore precisione cosa sarebbe successo.

Martedì ha pubblicato le sue ultime previsioni, prevedendo che il satellite sarebbe tornato nell'atmosfera terrestre mercoledì alle 16:32.

Esiste una finestra di incertezza dovuta all’imprevedibile attività solare, il che significa che il rientro potrebbe avvenire quattro ore e mezza prima o dopo il previsto.

Lunedì l'Agenzia spaziale europea ha pubblicato le immagini del satellite diretto verso l'atmosfera.

Le immagini sono state scattate tra il 14 gennaio e il 3 febbraio, quando ERS-2 si trovava ancora ad un'altitudine di oltre 300 chilometri (186 miglia).


immagine:
ERS-2 è stato fotografato durante il suo viaggio verso la Terra. Foto: Hugh

Sta cadendo per più di 10 chilometri (6 miglia) al giorno, con una velocità di caduta in rapido aumento.

Quando raggiunge circa 80 km, inizierà a rompersi e poi a bruciarsi.

READ  La parte mancante di Stonehenge offre uno sguardo senza precedenti nell'antico memoriale

L’Agenzia spaziale europea ha affermato che alcuni dei frammenti potrebbero raggiungere la Terra, ma molto probabilmente cadranno nell’oceano.

“I rischi associati al ritorno del satellite sono molto bassi”, secondo le informazioni dell'ESA sul ritorno dell'ERS-2.

Ha aggiunto che nessuna di queste parti conterrà materiali tossici o radioattivi.

Leggi di più da Sky News:
La guerra sta cambiando: lo spazio è la nuova frontiera militare?
Corsa allo spazio per l'acqua della Luna

Questa è un'edizione limitata della storia, quindi sfortunatamente questo contenuto non è disponibile.

Sblocca la versione completa

ERS-2 è stato lanciato nel 1995. All'epoca era il veicolo spaziale per l'osservazione della Terra più avanzato d'Europa.

“Ci ha fornito nuove conoscenze sul nostro pianeta, sulla chimica della nostra atmosfera, sul comportamento dei nostri oceani e sugli impatti delle attività umane sul nostro ambiente”, ha affermato Mirko Albani, capo dello Space Heritage Program dell'ESA.

Dopo 16 anni in orbita, l'Agenzia spaziale europea ha deciso di terminare la sua missione e di “deorbitare” il satellite.

Ciò ha comportato l'utilizzo del carburante rimanente e l'abbassamento della sua altitudine da 785 chilometri (488 mi) a 573 chilometri (356 mi).

Ciò ha ridotto la possibilità che si scontrasse con qualcos'altro nello spazio e ha ridotto il tempo trascorso in orbita dopo la fine della missione da più di 100 anni a meno di 15 anni.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x