Un uomo di colore viene ucciso da un vice sceriffo della polizia del North Carolina | Carolina del Nord

Le autorità hanno detto che un vice sceriffo della Carolina del Nord ha sparato e ucciso un uomo di colore mentre eseguiva un mandato di perquisizione, sollevando le tensioni sulla polizia sulla scia di Il processo a Derek Chauvin E il McKay Bryant viene assassinato.

Tommy Wooten, il sindaco della contea di Pascotank, ha dichiarato mercoledì in una conferenza stampa che l’avvocato di Elizabeth City, vicino alla costa atlantica, è stato in congedo in attesa di una revisione da parte dell’ufficio investigativo del governo.

Wooten ha detto che l’avvocato ha sparato ad Andrew Brown intorno alle 8:30 di mercoledì. Al-Sharif, che si è rifiutato di identificare l’ufficiale o di specificare quanti colpi ha sparato, ha detto che il vice indossava una telecamera attiva al momento della sparatoria.

Wooten non ha fornito dettagli sulla nota. I registri del tribunale mostrano che Brown aveva 42 anni con una storia di accuse di droga e possesso di droga illecito.

Un testimone oculare ha detto che Brown è stato ucciso mentre cercava di allontanarsi e che i legislatori gli hanno sparato più volte. Dimitria Williams, che vive in fondo alla strada, ha detto che l’auto è scivolata fuori dal cortile della casa di Brown e alla fine si è scontrata con un albero.

Williams ha detto, dopo aver sentito uno sparo, è corsa fuori, dove ha visto altri colpi sparati contro l’auto.

“Quando hanno aperto la porta, era già morto”, ha detto Williams all’Associated Press. “È caduto.”

Ha detto che gli agenti hanno cercato di premerlo sul petto.

Un’auto rimossa dalla scena sembrava avere fori di proiettile e un parabrezza posteriore rotto.

Decine di persone si sono radunate per esprimere la loro rabbia sul luogo della sparatoria a Elizabeth, una città di circa 18.000 abitanti, 274 km a nord est di Raleigh. Una grande folla, alcuni che portavano cartelli che dichiaravano “l’importanza della vita nera” e “Smettila di uccidere uomini neri indifesi”, in seguito si fermò fuori dal municipio mentre il consiglio comunale teneva una riunione di emergenza,

Successivamente un gruppo si è riunito nel parcheggio dell’ufficio del sindaco e una folla è aumentata a oltre 200 bloccando il traffico su una strada principale.

“La polizia non doveva sparare a mio figlio”, ha detto Martha McCullin, la zia di Brown che ha detto di averlo allevato dopo la morte dei suoi genitori.

Ha detto: “Andrew Brown era una brava persona”. “Stava per riavere i suoi figli. Era un buon padre. Ora i suoi figli non lo rivedranno mai più.”

Durante la riunione del consiglio di emergenza, i membri di colore hanno parlato delle preoccupazioni della loro comunità mentre la polizia ha sparato più volte in tutto il paese e ha fatto appello agli investigatori affinché rimanessero trasparenti.

“Ho paura come un uomo di colore”, ha detto il consigliere Gabriel Adkins. “Temo di essere la prossima persona che la mia famiglia potrebbe dover vedere nelle notizie che mi hanno sparato”.

Adkins ha detto che le aziende del quartiere in cui è avvenuta la sparatoria hanno iniziato a ripristinare le loro finestre in previsione delle violenze.

“Non abbiamo solo bisogno di trasparenza … abbiamo bisogno di responsabilità”, ha detto il consigliere Darius Horton, che ha chiesto il rilascio immediato del filmato della telecamera del corpo, il mandato di perquisizione e una rapida spiegazione di ciò che ha portato alla sparatoria. “Abbiamo bisogno di risposte … Non nascondiamoci dietro a niente.”

Tra coloro che si erano radunati sulla scena della sparatoria c’era Keith Rivers, presidente del ramo della contea di Bascotank della NAACP.

“Quando la smetterai?”, Ha detto Rivers, riferendosi alle condanne emesse durante il processo contro l’ex agente di polizia di Minneapolis Derek Chauvin. Alla morte di George Floyd.

“Adesso è aperta la stagione? Ad un certo punto, dovrebbe fermarsi. Dobbiamo iniziare a ritenere responsabili i responsabili “.

READ  Il principe William è "triste e scioccato" dall'insulto del principe Harry alla regina Elisabetta

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x