Un uomo di Denver ha visto molte persone in piedi alle fermate degli autobus. Così ha costruito un posto per loro

L’attesa per i trasporti pubblici a volte può sembrare molto più lunga se non c’è un posto dove sedersi.

Ecco perché quando James Warren ha visto una donna seduta nella terra in attesa del loro autobus all’inizio di quest’anno, ha deciso che qualcosa doveva cambiare.

“Ho pensato che fosse semplicemente inappropriato”, ha detto Warren, che vive a Denver. come succede Ospite ospite Susan Bonner.

Così ha iniziato a costruire lui stesso le panchine.

Da gennaio, il 28enne sostenitore della mobilità e dei trasporti ha costruito otto panchine, tutto il legname che stava cercando in giro per la città.

Ci sono circa 9.700 fermate di autobus attraverso il Regional Transportation District (RTD) a Denver, ma RTD gestisce solo circa 300 di esse.

Warren ha abbandonato la sua auto alcuni anni fa e ha iniziato a notare che molte delle stazioni che stava usando non avevano alcun tipo di posto a sedere.

Warren dice di aver ricevuto offerte di materiali e aiuto con la costruzione da diverse persone. (Carly Hoggum)

“Ci sono molte costruzioni nel mio quartiere e finiscono per buttare dentro, sai, materiali perfettamente pregiati”, ha detto. “Quindi prendo solo alcuni di questi materiali e li metto insieme in qualsiasi modo funzionerà”.

Dove posizionare i sedili dipende da alcune cose. A volte dipende dalla vicinanza: può facilmente portargli un posto, dal momento che non ha un’auto. A volte è la sua stessa esperienza aspettare a una fermata senza un posto a sedere.

Altre volte, l’innesco è la conversazione di Warren con uno sconosciuto caldo e stanco, o il trasporto di un mucchio di borse della spesa.

“Mi fa capire, amico, che la vita di questa persona potrebbe essere molto migliore se ti siedi qui.”

Una persona è vista da dietro seduta su una panchina alla fermata dell'autobus.
Warren dice che una delle sue cose preferite è passare davanti a una delle sue sedie e vedere qualcuno seduto su di essa. (presentato da James Warren)

‘Sii gentile’

Ogni panca realizzata da Warren è decorata con le parole “Sii gentile”.

“È un buon messaggio”, ha detto Warren, “è un messaggio che chiunque può trasmettere”. “Diffondi più gentilezza nel mondo, sii un po’ più gentile con il tuo prossimo e cerca solo di essere più premuroso e consapevole dei bisogni degli altri”.

Il messaggio sembra risuonare. Warren ha ricevuto diverse offerte di assistenza.

“Probabilmente ho ricevuto una dozzina di persone che dicono che vogliono lavorare con me su uno o, sai, avere un camion e sono entusiasti di aiutarmi forse a spostare un posto in un’altra posizione”, ha detto.

Una panca di legno con le parole scritte su di essa
Ogni posto è decorato con la frase “Be Kind”. (presentato da James Warren)

“Ho persino chiesto a persone di donare forniture come legname, uno si è persino offerto di donare denaro e ho detto: ‘Non farlo’. Sai, tutti i materiali vengono da me liberamente”.

Brandon Figlino, uno specialista senior nel coinvolgimento della comunità con RTD, dice di aver parlato con Warren di come RTD gestisce i suoi rifugi e il processo per ordinare i suoi servizi.

“Quando i nostri clienti vengono da noi preoccupati per le fermate degli autobus e la mancanza di infrastrutture in alcune di esse, apprezziamo avere quel dialogo con i nostri clienti e poi con i comuni in modo da poterci unire per trovare una soluzione”.

Poiché RTD gestisce solo una frazione delle fermate della città, dice Figliolino, collabora con i comuni locali e le aziende private per finanziare e mantenere i loro rifugi e panchine.

“I servizi installati nei siti dipendono da una varietà di fattori, tra cui la frequenza delle linee servite dalla stazione degli autobus, l’imbarco e lo sbarco e i permessi, nonché lo spazio disponibile per installare tali strutture. Anche le fermate degli autobus situate su una proprietà privata richiedono il consenso del proprietario all’installazione di pensiline e sedili.”

Warren dice che si potrebbe fare di più per garantire che ci siano più fermate degli autobus, anche se non è particolarmente critico nei confronti di nessuno in RTD.

“Sono tutte persone in generale incredibilmente gentili e premurose che vogliono il meglio per la nostra comunità”, ha detto. Ma ha aggiunto che questo non basta.

“Mi piacerebbe davvero vederli salire e mettere i loro soldi dove sono le loro bocche, sai.”

Un uomo sorridente in braccio a una fermata dell'autobus con diverse persone e una panchina che ha costruito lui dice Sii gentile.
Ci sono più di 9.700 stazioni di transito attraverso Denver. (Justin Bay)

Riscontro positivo

Warren dice di aver sentito in prima persona la differenza che ha fatto l’opportunità di portare un peso in attesa delle persone. Una delle sue cose preferite è passare vicino a una delle sue sedie e vedere le persone sedute su di essa.

Ha detto: “Stavo parlando con due donne che hanno detto: ‘Oh, usiamo questa stazione degli autobus ogni giorno per andare al lavoro. Era molto meglio ogni mattina aspettando l’autobus”.

E ho parlato con qualcuno che, sai, stava dicendo: ‘Vivo solo a sette isolati da qui, ma non posso camminare molto a lungo. Per questo stesso motivo, non sopporto nemmeno per lunghi periodi di tempo. Quindi è solo una benedizione per lui”.

Una panca in legno su una strada sterrata davanti a una recinzione in ferro battuto.
A volte la panchina scompare o è decorata con graffiti, ma ciò non impedisce a Warren di costruirne un’altra. (presentato da James Warren)

Spesso, una delle panchine di Warren scompare o viene decorata con graffiti. Ma Warren dice che non lo infastidisce. In effetti, è visto come la comunità che aggiunge la propria arte a ciò che ha messo lì.

Non gli impedirà di continuare a costruire.

“Mi siedo dietro lo schermo di un computer tutto il giorno, quindi è sicuramente d’aiuto uscire e lavorare con gli strumenti”, ha detto.

“E finché sarò in grado, continuerò a sostenere migliori opzioni di trasporto e migliori servizi di trasporto alle nostre fermate degli autobus per chiunque ascolti”.


Scritto da Stephanie Hogan. Intervista prodotta da Alloysius Wong.

READ  L'attacco missilistico di Odessa ha distrutto infrastrutture ed edifici turistici

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x