Un uomo muore dopo che sua sorella si è svegliata da un coma di due anni per nominarlo il suo aggressore

È morto un uomo accusato di aver tentato di uccidere sua sorella – che recentemente si è svegliata da un coma di due anni per nominare il suo aggressore.

Daniel J. Palmer III è morto giovedì in un ospedale di Charleston, West Virginia, sei giorni dopo essere stato accusato di aver tentato di uccidere sua sorella Wanda e di aver ferito sua sorella Wanda.

È stato portato in ospedale mercoledì, un giorno prima della sua morte, dopo una valutazione da parte del personale medico del carcere.

La causa della sua morte non è stata rivelata.

Wanda Palmer è stata picchiata e lasciata morta nella sua casa vicino a Cottageville, West Virginia, nel giugno 2020.

Si ritiene che sia stata attaccata con un machete o un’ascia.

Secondo le notizie locali dell’epoca, era stata ferita così gravemente che la polizia credeva che fosse già morta.

Ma nonostante abbia subito danni cerebrali, alla fine è stata in grado di nominare suo fratello come il suo aggressore.

Lo sceriffo della contea di Jackson Ross Mellinger ha dichiarato al West Virginia Metro News: “Le chiavi di tutta la faccenda risiedono nella vittima stessa e, poiché non è in grado di comunicare, non abbiamo più nulla.

“Ora è basso e dopo due anni e boom, è sveglio e in grado di dirci esattamente cosa è successo”.

Palmer “non ci ha dato una rissa o altro” quando è stato catturato, ha detto Mellinger, aggiungendo: “C’è stata una piccola sorpresa, ma non tutta”.

Un documento del tribunale visto da NBC News afferma che la signora Palmer è stata in grado di ricordare di aver vissuto nella sua roulotte vicino alla casa di sua madre e “ha riferito di aver ricordato di essere stata ferita lì”.

READ  Gli Stati Uniti stanno facendo pressioni sulla Russia per concordare uno scambio di prigionieri per il rilascio di Britney Grenier

“Ha menzionato la sua testa (l’area del suo corpo in cui è stata ferita)”, ha aggiunto.

Quando le è stato chiesto chi l’ha ferita, ha detto suo fratello.

Poi ha riconosciuto suo fratello come Daniel.

Quando gli è stato chiesto perché Daniel l’ha aggredita, Wanda ha dichiarato che era cattivo.

Daniel Palmer, 55 anni, è comparso in tribunale dopo il suo arresto, ma ha dovuto essere portato via dall’aula dopo aver litigato.

Aveva negato di aver aggredito sua sorella.

Secondo i documenti del tribunale, c’era un testimone che lo ha visto davanti alla porta della roulotte di sua sorella nel cuore della notte la notte in cui è stata aggredita.

Questo lo ha reso una persona interessante, ma la polizia non ha avuto abbastanza per effettuare un arresto fino a quando non ha svegliato Palmer dal coma e lo ha chiamato il suo aggressore.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x