Variable Omicron of Concern (VOC) – Settimana 50 (dati al 19 dicembre 2021)

Aggiornamento UE/SEE

Dal 19 dicembre e dal 16 dicembre 2021, sono stati confermati altri 1.533 casi di SARS-CoV-2 Omicron (VOC) nell’Unione Europea e nello Spazio economico europeo (UE/SEE), per un totale di 4 casi. Finora 691 casi confermati.

Casi confermati sono stati segnalati da 28 paesi: Austria (80), Belgio (164), Croazia (8), Cipro (31), Repubblica Ceca (10), Danimarca (726*), Estonia (242), Finlandia (34) Francia (347), Germania (249), Grecia (17), Ungheria (2), Islanda (60), Irlanda (143), Italia (84), Lettonia (14), Liechtenstein (2), Lituania (5), Lussemburgo (1), Paesi Bassi (151), Norvegia (** 2060), Polonia (7), Portogallo (69), Romania (13), Slovacchia (4), Slovenia (10), Spagna (69) e Svezia ( 89) sulla base di informazioni provenienti da fonti pubbliche. Inoltre, sono stati segnalati numerosi casi possibili in diversi paesi.

* La Danimarca ha riportato 726 casi confermati attraverso il sequenziamento dell’intero genoma e 14.726 come confermati a livello nazionale mediante PCR specifica per variante.

** La Norvegia ha annunciato che i casi di omicron precedentemente possibili sono ora considerati casi confermati I rilevamenti totali di omicron inclusi in questo rapporto saranno quindi costituiti sia da casi probabili che da casi confermati.

Sebbene i casi inizialmente segnalati fossero correlati a viaggi, ora viene segnalato un numero crescente di casi acquisiti all’interno dell’UE/SEE, anche come parte di cluster e focolai, con casi rilevati anche in sistemi di monitoraggio rappresentativi.

Diversi paesi dell’UE/SEE hanno segnalato casi che non hanno rilevanza epidemiologica per viaggiare. Ciò indica che la diffusione di Omicron VOC associata alla comunità si verifica nell’UE/SEE.

La maggior parte dei casi per i quali erano disponibili informazioni sul rischio era asintomatica o lieve. All’interno dell’UE/SEE, ad oggi non sono stati segnalati decessi correlati a Omicron. Questi numeri dovrebbero essere valutati con cautela perché il numero di casi confermati è troppo basso per capire se lo spettro clinico della malattia di Omicron differisce dalle varianti precedentemente rilevate.

READ  Gran Bretagna e Italia iniziano a lavorare sulla partnership per stimolare il commercio

aggiornamento globale

Paesi e territori al di fuori dell’UE/SEE hanno segnalato 30.220 casi confermati. I 67 paesi che hanno segnalato casi confermati sono: Algeria, Argentina, Australia, Bahrain, Bangladesh, Bermuda (Regno Unito), Botswana, Brasile, Cambogia, Canada, Cile, Cina, Cuba, Ecuador, Egitto, Fiji, Ghana, Gibilterra ( Regno Unito), India, Indonesia, Iran, Israele, Giappone, Giordania, Kenya, Kuwait, Libano, Malawi, Malesia, Maldive, Mauritius, Messico, Montenegro, Marocco, Mozambico, Namibia, Nepal, Nuova Zelanda, Nigeria, Oman Pakistan, Palestina[1], Filippine, Porto Rico, Qatar, Russia, Ruanda, Arabia Saudita, Senegal, Sierra Leone, Singapore, Sud Africa, Corea del Sud, Sri Lanka, Svizzera, Taiwan, Thailandia, Trinidad e Tobago, Tunisia, Turchia, Uganda, Ucraina, Regno Emirati Arabi Regno Unito, Regno Unito, Stati Uniti d’America, Zambia e Zimbabwe.

Nel Regno Unito sono stati segnalati sette decessi correlati a Omicron.

Complessivamente, ci sono stati 34.911 casi confermati a livello globale, inclusi sette decessi, segnalati da 95 paesi.

[1] Questa designazione non deve essere interpretata come riconoscimento dello Stato di Palestina e non pregiudica le posizioni individuali degli Stati membri in materia.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x