Variable Omicron of Concern (VOC) – Settimana 50 (dati al 19 dicembre 2021)

Aggiornamento UE/SEE

Dal 19 dicembre e dal 16 dicembre 2021, sono stati confermati altri 1.533 casi di SARS-CoV-2 Omicron (VOC) nell’Unione Europea e nello Spazio economico europeo (UE/SEE), per un totale di 4 casi. Finora 691 casi confermati.

Casi confermati sono stati segnalati da 28 paesi: Austria (80), Belgio (164), Croazia (8), Cipro (31), Repubblica Ceca (10), Danimarca (726*), Estonia (242), Finlandia (34) Francia (347), Germania (249), Grecia (17), Ungheria (2), Islanda (60), Irlanda (143), Italia (84), Lettonia (14), Liechtenstein (2), Lituania (5), Lussemburgo (1), Paesi Bassi (151), Norvegia (** 2060), Polonia (7), Portogallo (69), Romania (13), Slovacchia (4), Slovenia (10), Spagna (69) e Svezia ( 89) sulla base di informazioni provenienti da fonti pubbliche. Inoltre, sono stati segnalati numerosi casi possibili in diversi paesi.

* La Danimarca ha riportato 726 casi confermati attraverso il sequenziamento dell’intero genoma e 14.726 come confermati a livello nazionale mediante PCR specifica per variante.

** La Norvegia ha annunciato che i casi di omicron precedentemente possibili sono ora considerati casi confermati I rilevamenti totali di omicron inclusi in questo rapporto saranno quindi costituiti sia da casi probabili che da casi confermati.

Sebbene i casi inizialmente segnalati fossero correlati a viaggi, ora viene segnalato un numero crescente di casi acquisiti all’interno dell’UE/SEE, anche come parte di cluster e focolai, con casi rilevati anche in sistemi di monitoraggio rappresentativi.

Diversi paesi dell’UE/SEE hanno segnalato casi che non hanno rilevanza epidemiologica per viaggiare. Ciò indica che la diffusione di Omicron VOC associata alla comunità si verifica nell’UE/SEE.

La maggior parte dei casi per i quali erano disponibili informazioni sul rischio era asintomatica o lieve. All’interno dell’UE/SEE, ad oggi non sono stati segnalati decessi correlati a Omicron. Questi numeri dovrebbero essere valutati con cautela perché il numero di casi confermati è troppo basso per capire se lo spettro clinico della malattia di Omicron differisce dalle varianti precedentemente rilevate.

READ  Visco mette in guardia contro una riduzione prematura dello stimolo della BCE in mezzo alla recessione

aggiornamento globale

Paesi e territori al di fuori dell’UE/SEE hanno segnalato 30.220 casi confermati. I 67 paesi che hanno segnalato casi confermati sono: Algeria, Argentina, Australia, Bahrain, Bangladesh, Bermuda (Regno Unito), Botswana, Brasile, Cambogia, Canada, Cile, Cina, Cuba, Ecuador, Egitto, Fiji, Ghana, Gibilterra ( Regno Unito), India, Indonesia, Iran, Israele, Giappone, Giordania, Kenya, Kuwait, Libano, Malawi, Malesia, Maldive, Mauritius, Messico, Montenegro, Marocco, Mozambico, Namibia, Nepal, Nuova Zelanda, Nigeria, Oman Pakistan, Palestina[1], Filippine, Porto Rico, Qatar, Russia, Ruanda, Arabia Saudita, Senegal, Sierra Leone, Singapore, Sud Africa, Corea del Sud, Sri Lanka, Svizzera, Taiwan, Thailandia, Trinidad e Tobago, Tunisia, Turchia, Uganda, Ucraina, Regno Emirati Arabi Regno Unito, Regno Unito, Stati Uniti d’America, Zambia e Zimbabwe.

Nel Regno Unito sono stati segnalati sette decessi correlati a Omicron.

Complessivamente, ci sono stati 34.911 casi confermati a livello globale, inclusi sette decessi, segnalati da 95 paesi.

[1] Questa designazione non deve essere interpretata come riconoscimento dello Stato di Palestina e non pregiudica le posizioni individuali degli Stati membri in materia.

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x