“Vendiamo la maggior parte della Salicornia israeliana in Italia”

Frank Fischer è un pescivendolo nei Paesi Bassi da molti anni. Ma l’anno scorso ha aggiunto la salicornia israeliana, o samphire, alla sua fornitura di prodotti come il calamaro e il gornard rosso.

“Il commercio del pesce è molto competitivo, quindi abbiamo iniziato a cercare nicchie”, spiega Frank. “Ad esempio, 18 mesi fa, abbiamo iniziato a importare samphire dal nostro fornitore israeliano, Agriver. Sembra essere molto richiesto. Sorprendentemente, i nostri clienti italiani sono particolarmente interessati a questo prodotto”.

“Penseresti che lo importerebbero da soli, ma sembra che preferiscano trattare con un olandese”. Questa alga marina arriva in aereo a Liegi, in Belgio, tre volte a settimana e viene poi trasportata a un grossista nei Paesi Bassi.

“Le vendite di salicornia stanno dando impulso alla nostra attività. Le vendite di pesce e soprattutto di carne sono sotto pressione. D’altra parte, le verdure sono considerate alla moda e le vendite di alghe sono in aumento. Vorremmo fornire ai nostri clienti olandesi il samphire israeliano anche”, conclude Frank.

In Israele, la Salicornia viene coltivata a terra in tunnel di plastica. Si raccolgono a mano e crescono fino a 5-10 cm di larghezza e 4-7 mm. Dopo la raccolta, questo prodotto viene raffreddato a 2 °C per almeno 24 ore. Sebbene il samphire israeliano sia disponibile tutto l’anno, raramente lo è in ottobre.

per maggiori informazioni:
Frank Fisher
cibo in latta
Tel: +31 (0) 653 731 259
E-mail: f.visscher@tenfood.nl

READ  San Marino ringrazia gli Emirati Arabi Uniti per gli aiuti umanitari

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x