Vigili del fuoco italiani: incendio in una palazzina di 20 piani, nessuna vittima

I vigili del fuoco italiani si stanno occupando dei restanti punti caldi e continuano a cercare un condominio di 20 piani a Milano che è stato distrutto dalle fiamme, ma dicono che non ci sono indicazioni che manchi qualcuno all’interno.

Lunedì i vigili del fuoco italiani si sono occupati dei punti caldi rimanenti e hanno continuato a perquisire un condominio di 20 piani a Milano che è stato devastato dalle fiamme, ma hanno affermato che non vi era alcuna indicazione che mancasse qualcuno all’interno.

Sono stati segnalati alcuni casi di inalazione di fumo dall’incendio di domenica, ma non ci sono stati feriti gravi o morti.

L’incendio ha ricordato il micidiale incendio che ha travolto la Grenfell Tower di Londra nel 2017. In questo caso, il rivestimento esterno dell’edificio è stato incolpato per la velocità con cui l’incendio ha inghiottito l’edificio, e i funzionari hanno indicato problemi simili con il Milan. fuoco.

“Non ho mai visto una situazione del genere prima”, ha detto il funzionario dei vigili del fuoco Giuliano Santagata. “Basta guardare la facciata e vedrai che tutto è completamente bruciato, quindi suppongo che sia fatto di una sostanza infiammabile.”

Santagata ha detto che l’incendio è sotto controllo, anche se l’epidemia è continuata in alcuni appartamenti.

L’incendio è stato segnalato da un residente del 15° piano, che ha lanciato l’allarme mentre scendeva dall’edificio e ha chiesto agli altri residenti di evacuare. Tra i residenti dell’edificio c’era il rapper italiano Mahmoud, che nel 2019 ha vinto il Festival di Sanremo.

READ  Il vulcano Etna in Italia continua a crescere ed è ora più alto che mai

I residenti hanno affermato che l’incendio si è diffuso rapidamente attraverso il rivestimento della facciata, che secondo loro era ignifugo, secondo quanto riportato dal quotidiano Corriere della Sera.

“La causa degli incendi deve ancora essere determinata, ma sembra che la rapida propagazione delle fiamme sia dovuta alla copertura termica dell’edificio”, ha detto Carlo Sepia, funzionario del ministero dell’Interno di Roma.

Il sindaco Giuseppe Sala, che ha visitato il sito, ha detto di aver visto le mani dei vigili del fuoco bruciate dal fuoco.

I vigili del fuoco hanno fatto irruzione appartamento dopo appartamento, cercando chiunque fosse rimasto all’interno, e li hanno seguiti contattando i residenti ancora dispersi. “Non ci sono prove che qualcuno sia scomparso”, ha detto il comandante Phyllis Iraca.

I vigili del fuoco continuano a perquisire l’edificio e verificare eventuali danni. Anche i pm stanno indagando se ci sono indizi di illeciti.

L’edificio di 60 metri (circa 200 piedi), parte di un progetto di sviluppo decennale, è stato progettato per assomigliare alla chiglia di una nave e includeva una vela di alluminio sul tetto, che bruciava e cadeva a pezzi in strada. .

Nell’incendio della Grenfell Tower, il rivestimento infiammabile e gli standard di sicurezza antincendio lassisti sono stati accusati dell’incendio di giugno 2017 in un grattacielo di un grattacielo a Londra che ha ucciso 72 persone – la più grande perdita di vite umane in un incendio sul suolo britannico dalla seconda guerra mondiale.

L’incendio è divampato in una cucina residenziale e ha rapidamente inghiottito l’edificio di appartamenti pubblici di 24 piani. La tragedia ha scatenato indagini e revisioni dei materiali da costruzione del grattacielo e il governo britannico si è impegnato a spendere centinaia di milioni di sterline per rimuovere simili rivestimenti combustibili da dozzine di altre torri di proprietà pubblica.

READ  La BMW M4 2021 da competizione è apparsa in blu San Marino

————

Sylvia Hoy ha contribuito da Londra.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x