Visco dice che tagliare il gas russo potrebbe significare una recessione in Italia

(Bloomberg) – L’arresto del flusso di gas naturale russo verso l’Italia in questo trimestre porterebbe a una contrazione dell’economia italiana, ha affermato il capo della Banca centrale italiana.

In un tale scenario, il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ha dichiarato venerdì in un discorso a Roma che il PIL “si ridurrà in media nel 2022-2023 e tornerà a crescere nel 2024”. Ha osservato che le prospettive si stanno già deteriorando a causa dell’aumento dei costi dell’energia e delle materie prime, della debolezza del commercio e della crescente incertezza.

Analisti ed economisti sono sempre più preoccupati che i rischi legati all’energia possano far precipitare l’intera zona euro nella recessione, cosa che l’economista di ING Carsten Brzeski ha previsto giovedì in un rapporto ai clienti indipendentemente dal fatto che ci sia un taglio del gas.

La recessione potrebbe rendere difficile per la Banca centrale europea continuare ad aumentare i tassi di interesse una volta che inizierà a farlo questo mese per la prima volta in più di un decennio.

Visco ha affermato che è necessario evitare qualsiasi inasprimento eccessivo delle condizioni di finanziamento, che avrebbe “gravi effetti negativi sulla stabilità finanziaria e sull’attività economica e, in definitiva, sulla crescita dei prezzi nel medio termine”.

Ha affermato che i governi, tuttavia, devono assicurarsi di fare la loro parte attraverso buone politiche fiscali e sostenibilità del debito.

Banche italiane

Per quanto riguarda le banche, Visco ha affermato che gli istituti di credito italiani sono in una buona posizione per resistere all’attuale difficile contesto. Ma li ha esortati a considerare la crescente incertezza e i rischi economici nella valutazione delle politiche di distribuzione e distribuzione dei dividendi.

READ  Last Day for Christmas Cashback: ecco come sono cambiate le regole da gennaio

Visco ha affermato che l’aumento dei prestiti in sofferenza a causa del rallentamento dell’espansione economica sarà compensato dall’impatto positivo sui margini dei tassi di interesse più elevati, sebbene veda un certo deterioramento del capitale dovuto al calo dei titoli di stato italiani.

“Un aumento di 100 punti base lungo l’intera curva dei rendimenti comporterebbe una diminuzione del rapporto tra capitale di migliore qualità e attività ponderate per il rischio di circa 20 punti base”, ha affermato.

Secondo la Banca d’Italia, alcune piccole banche stanno ancora lottando con le ricadute delle crisi precedenti e stanno lottando per generare solidi profitti, finanziare innovazioni e migliorare la governance. Con la chiusura di un fondo statale per aiutare i creditori in difficoltà a novembre, ha affermato Visco, altri strumenti sono in fase di revisione.

(Aggiornamenti con commenti Visco sulle banche a partire dal settimo paragrafo.)

© Bloomberg LP 2022

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x